L'ANNUNCIO

Artemis, Nasa vicina a perfezionamento architettura esplorazione

Condividi questo articolo

Avanti tutta sul progetto Artemis, obiettivo definire i dettagli entro aprile 2023 per quel che riguarda le missioni dalla 2 alla 5. E si lavora contemporaneamente al dossier Marte

Pubblicato il 08 Feb 2023

La Nasa è al lavoro per perfezionare un’architettura per le prossime fasi del sua campagna di esplorazione lunare “Artemis” che ora prevede di lanciare ad aprile.

Parlando a un pranzo della Space Transportation Association martedì 7 febbraio, Jim Free, amministratore associato della Nasa per lo sviluppo dei sistemi di esplorazione, ha affermato che c’è ancora del lavoro da svolgere nel’ambito della “Architecture Concept Review”, quando i capi dell’Agenzia spaziale americana si sono riuniti, nella settimana del 23 gennaio scorso al Kennedy Space Center, per esaminare come raggiungere una serie di obiettivi per l’esplorazione della Luna e di Marte che la Nasa aveva fissato nel settembre 2022.

La Nasa ora prevede di riunire nuovamente i partecipanti di quella review, per concludere i lavori in vista del consiglio esecutivo dell’Agenzia di metà marzo. Il vice amministratore della Nasa, Pam Melroy, discuterà poi il risultato di tali sforzi alla conferenza Space Symposium un mese dopo a Colorado Springs.

Le future missioni Artemis

Inoltre Free ha spiegato che la Nasa renderà noto “uno dei volumi” del documento di definizione dell’architettura. Esso si concentrerà sulle missioni Artemis dalla numero 2 alla numero 5, in programma entro la fine del decennio. In dettaglio: Artemis 2 sarà la prima missione Orion con equipaggio, portando gli astronauti sulla Luna. Artemis 3 prevederà il primo atterraggio con equipaggio di Artemis, mentre Artemis 4 e 5 includeranno sia gli atterraggi con equipaggio che l’assemblaggio di elementi del Gateway lunare. In questi documenti, invece, sono pochi i dettagli sulle successive missioni Artemis poiché, secondo Free, sono troppo lontani nel tempo e sarebbe prematuro affrontarli adesso, preferendo procedere un passo alla volta.

Il focus su Marte

La Nasa prevede di condurre annualmente revisioni dell’architettura, con la prossima già prevista per novembre. Quest’ultima, ha anticipato Free, avrà un “focus maggiore su Marte”, incluso il modo in cui le successive missioni Artemis si allineeranno con i piani a lungo termine per le missioni umane sul Pianeta rosso.

Il “Moon to Mars Program Office”

Free ha anche fatto il punto sull’iter avviato lo scorso anno per la creazione del “Moon to Mars Program Office” all’interno dell’Agenzia spaziale. Secondo l’amministratore associato, quell’ufficio sarebbe responsabile dei principali programmi di Artemis, tra cui Space Launch System, Orion, Exploration Ground Systems, Lunar Gateway, Human Landing System and spacesuits. L’ufficio, a sua volta, sarà stato guidato da un direttore che riferirà a Free stesso.

La Nasa, secondo quanto previsto, doveva creare l’ufficio entro 120 giorni dall’emanazione del disegno di legge del luglio 2022 che lo autorizzava, ma Free ha affermato che i lavori sono ancora in corso. Tutta la documentazione, ha spiegato, è all’esame dell’Ufficio di gestione e bilancio della Casa Bianca e, dopo il suo ok, andrà ai principali commissioni del Congresso. “Stiamo solo aspettando una risposta”, ha detto Free: “Non possiamo procedere finché non avremo l’approvazione delle commissioni”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2