L’APPROFONDIMENTO

Si apre l’era del mercato lunare: trasporti e infrastrutture gli asset del new business



Indirizzo copiato

Secondo Analysys Mason, le aziende spaziali che puntano a conquistarsi una fetta della torta devono puntare sui due segmenti poiché offrono opportunità di ricavi nel lungo termine. I governi di tutto il mondo stanno investendo ingenti risorse e avranno bisogno dei privati per portare avanti le loro missioni

Pubblicato il 20 giu 2024



fig2

L’attività nel mercato lunare è aumentata dall’inizio del 2024 in seguito al lancio di lander da parte di operatori commerciali come Intuitive Machines e Astrobotic. Sebbene entrambe le missioni si siano concluse con un parziale fallimento, forniscono lezioni preziose e rappresentano un progresso significativo nell’esplorazione umana dello Spazio. I lander lunari supporteranno le fasi iniziali dell’esplorazione e dell’infrastruttura lunare e, pertanto, queste missioni rappresentano un passo importante verso la colonizzazione della Luna.

Gli operatori commerciali come iSpace prevedono una forte domanda di mercato e sperano di trarre vantaggio dalle iniziative governative come l’accordo Jaxa/Nasa per il programma Artemis. Tuttavia, l’ingresso nel mercato lunare è difficile, soprattutto per gli operatori commerciali che inizialmente necessitano di alti livelli di capitale per far fronte agli elevati costi associati a questo mercato.

L’analisi di Analysys Mason indica che le aziende spaziali che desiderano entrare nel mercato lunare dovrebbero concentrarsi sui segmenti dei trasporti e delle infrastrutture, perché queste aree possono offrire opportunità di guadagno a lungo termine.

151 miliardi di entrate

Il rapporto “Lunar markets” di Analysys Mason, giunto alla quarta edizione, prevede che tra il 2023 e il 2033 saranno lanciate oltre 450 missioni, che genereranno entrate per 151 miliardi di dollari. Il settore governativo rappresenta la maggior parte di questa domanda e genererà il 75% delle entrate totali del mercato lunare durante il periodo di previsione, poiché i governi cercano di creare un ecosistema lunare sostenibile nel 2030. I grandi programmi governativi come Artemis promuovono la collaborazione tra gli Stati Uniti e i loro alleati che hanno firmato gli Accordi di Artemis, e aprono le porte al coinvolgimento del settore commerciale.

La Nasa ha rinviato le missioni Artemis 2 e 3 non prima del settembre 2025, il che sposterà la tempistica dell’intero programma Artemis, ma il settore commerciale ha ancora motivo di confidare che questo mercato sarà sostenuto dagli interessi governativi.

Missioni con equipaggio

Il segmento delle missioni con equipaggio è probabilmente un’opportunità di guadagno meno interessante per i nuovi operatori. La concorrenza è forte in questo ramo, dove operatori come SpaceX e Boeing dominano il mercato perché beneficiano già del sostegno di agenzie governative (ad esempio, la Nasa) e hanno una lunga esperienza in missioni cargo o addirittura con equipaggio.

Colonizzazione della Luna

Le missioni infrastrutturali, invece, potrebbero creare significative opportunità di guadagno per le medie imprese che desiderano entrare nel mercato lunare, poiché la concorrenza è relativamente bassa e la domanda per questo tipo di missioni è elevata. La maggior parte delle missioni infrastrutturali dovrebbe essere lanciata negli anni 2030 e supporterà la presenza umana a lungo termine. Inoltre, i governi di tutto il mondo stanno pianificando una presenza lunare sostenibile e Analysys Mason prevede quindi una forte domanda per questo tipo di missioni, tra cui Lunar Gateway1. In effetti, produttori come Airbus e Thales Alenia Space si sono già aggiudicati contratti per missioni infrastrutturali.

Il business del trasporto

Il trasporto rappresenta un’altra opportunità di guadagno per i nuovi operatori del mercato lunare. Le missioni dimostrative di trasporto sono già iniziate e costituiscono le fasi iniziali della roadmap del mercato lunare, ma Analysys Mason prevede che la domanda rimarrà elevata. Nel 2024, diverse aziende hanno tentato di atterrare sulla Luna e anche se queste missioni non hanno soddisfatto tutte le aspettative, i governi continueranno a sostenerle. Inoltre, la Nasa ha assegnato contratti a SpaceX e Boeing per lo sviluppo di lander lunari con equipaggio, che supporteranno le future missioni Artemis. Anche se le attività commerciali nel settore dei trasporti sono già elevate, le aziende di medie dimensioni possono ancora trarre vantaggio dalle opportunità perché la capacità di queste missioni di trasporto aumenterà, compresa la domanda di trasporto di piccoli carichi utili.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5