IL PROGETTO

Artemis: Asi e Nasa progetteranno insieme i moduli abitativi lunari

Siglato un accordo di cooperazione bilaterale: l’Agenzia spaziale italiana realizzerà lo studio preliminare con il supporto dell’industria italiana e l’Agenzia spaziale Usa fornirà informazioni tecniche aggiornate sul programma

16 Giu 2022

Veronica Balocco

space-spazio6-2.jpg

L’Agenzia Spaziale Italiana e la Nasa hanno siglato oggi un accordo per una cooperazione bilaterale. L’obiettivo è la realizzazione di uno studio preliminare dedicato alla progettazione di sviluppo delle capacità abitative relative ai futuri moduli lunari, i Lunar surface multipurpose habitation (Mph) module(s) proposti da Asi, del programma Artemis.

A firmare il presidente dell’Asi, Giorgio Saccoccia, e l’amministratore della Nasa, Bill Nelson, a margine della 17ma seduta del Comitato interministeriale per le politiche relative allo Spazio e alla ricerca aerospaziale (Comint), presieduto dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale con delega alle politiche spaziali e aerospaziali, Vittorio Colao, e alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio.

Verso una presenza a lungo termine sulla superficie lunare

L’Asi condurrà lo studio con il supporto dell’industria italiana al fine di elaborare un progetto conforme agli obiettivi della missione Artemis e ai requisiti forniti dalla Nasa. Quest’ultima si impegnerà a supportare l’Agenzia fornendo informazioni tecniche e programmatiche aggiornate sul programma.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

Il programma Artemis getterà le basi per una presenza a lungo termine sulla superficie lunare e utilizzerà il nostro satellite per convalidare i sistemi abitativi nello spazio profondo, indispensabili per le future missioni su Marte. Come parte del programma Artemis, la Nasa condurrà una missione portando la prima donna e il prossimo uomo sulla superficie lunare, utilizzando il lanciatore Space launch system (Sls) che trasporterà gli astronauti a bordo della capsula Orion.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3