IL PROGETTO

Luna, la Russia ratifica l’accordo con la Cina per la stazione congiunta

Condividi questo articolo

Stabilite le forme di cooperazione, i canali di finanziamento, il piano di realizzazione, le norme fiscali e doganali, il controllo delle esportazioni e i meccanismi per risolvere eventuali divergenze tra le parti. Focus anche sulla protezione della proprietà intellettuale

Pubblicato il 13 Giu 2024

Vladimir_Putin_(2022-09-13)

La Russia ha ratificato l’accordo di cooperazione con la Cina per la costruzione congiunta di una stazione sulla Luna, come si legge nel relativo documento firmato dal presidente russo Vladimir Putin. L’accordo era stato firmato a Mosca e Pechino il 25 novembre 2022 al fine di creare le basi organizzative e giuridiche per la cooperazione nella costruzione e nel funzionamento di una stazione per la ricerca e lo sfruttamento della Luna per scopi pacifici. 

Dai finanziamenti alla proprietà intellettuale

Il documento ratificato dalla Russia stabilisce le forme di cooperazione, i canali di finanziamento, il piano di realizzazione del progetto, le norme fiscali e doganali, il controllo delle esportazioni e i meccanismi per risolvere eventuali divergenze tra le parti. Al progetto è stato dedicato anche una speciale attenzione alla protezione della proprietà intellettuale generata come risultato del lavoro congiunto tra i due Paesi, lavoro con informazioni riservate e protezione legale e fisica delle proprietà delle parti. 

Sviluppo della ricerca scientifica

Secondo Russia e Cina, la creazione della stazione scientifica lunare internazionale apre grandi possibilità nello sfruttamento del satellite naturale della Terra e favorirà la ricerca scientifica ad ampio spettro.

Inoltre, l’accordo stabilisce il principio del rifiuto reciproco di presentare richieste di responsabilità e di risarcimento per i danni causati dalle attività previste dal presente documento. Allo stesso tempo, viene chiarito che questo principio non si applica ai casi in cui il danno è stato causato da azioni deliberatamente illegali o da azioni commesse per grave negligenza.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4