BANDA ULTRALARGA

SpaceX: in orbita 51 nuovi satelliti Starlink per l’Internet globale

La società di Elon Musk ha raggiunto quota 40 lanci nel 2022. Col razzo Falcon 9 portato nello spazio anche un veicolo per trasferire satelliti a orbita più alta. Al via anche i test per nuova tecnologia di comunicazione per Boeing

06 Set 2022

Paolo Marelli

La rete s’allarga. Sono 51 i nuovi satelliti Starlink per l’Internet globale lanciati dalla compagnia SpaceX con un razzo Falcon 9 dalla Cape Canaveral Space Force Station, in Florida, il 5 settembre. Questo nuovo treno di satelliti porta a quota 40 le missioni effettuate nel 2022 dalla società di Elon Musk. Adesso sono 3.259 i satelliti Starlink attualmente in orbita (inclusi prototipi e unità non più funzionanti).

Spaceflight, servirà per trasferire i satelliti a più alta quota

Nel suo viaggio il razzo Falcon 9 ha trasportato anche un altro “passeggero”: a bordo c’era un veicolo, sviluppato dall’azienda statunitense Spaceflight, in grado di trasferire satelliti e altri carichi a un’orbita più alta. Inoltre, servirà per testerà una nuova tecnologia di comunicazione a banda larga per Boeing, in previsione di una possibile futura costellazione di 147 satelliti per fornire connettività agli utenti commerciali e del governo degli Stati Uniti. Con questa nuova missione SpaceX continua la sfida per abbattere definitivamente il digital divide portando la connettività a Internet in tutto il mondo.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

Prova di forza tecnologica per il nuovo veicolo

A un’altitudine di circa 310 chilometri, il nuovo veicolo è stato rilasciato per primo circa 49 minuti dopo il lancio. Mentre i 51 satelliti Starlink si sono separati 72 minuti dopo ila fine del conto alla rovescia.

Il veicolo di Spaceflight, dovrà ora eseguire una serie di accensioni per raggiungere un’orbita circolare circa 1.000 chilometri sopra la Terra, dove potrà iniziare la sua missione di dimostrazione tecnologica.

“Le capacità di trasporto del veicolo Sherpa-LTC, unite all’affidabilità delle missioni Starlink, creano una soluzione ideale per le esigenze di missione dei nostri clienti”, ha detto Curt Blake, amministratore delegato e presidente di Spaceflight. Ha aggiunto: “Il nostro dispositivo elimina le barriere che rendono più difficile per i veicoli spaziali accedere a orbite non comuni. Siamo ansiosi di continuare a fornire servizi di trasporto nello spazio innovativi, convenienti e affidabili per i nostri clienti e partner”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5