SPAZIO E SOSTENIBILITA'

Aerei elettrici, Fuyo General Lease avvia gli investimenti in Bye Aerospace

La compagnia giapponese ha anche curato la collocazione di nuove azioni della società di Englewood specializzata nei velivoli a zero emissioni

02 Feb 2022

Nicola Desiderio

bye-aerospace.jpg

L’elettrificazione dei trasporti è destinata ad arrivare anche agli aeroplani. L’industria si prepara e con essa anche i grandi investitori. Tra questi, la giapponese Fuyo General Lease (Fgl) che ha annunciato di aver curato per la Bye Aerospace la collocazione di nuove azioni e, contemporaneamente, di essere entrata direttamente nel capitale della società aerospaziale che ha sede a Englewood, nello stato americano del Colorado, e punta a costruire velivoli a propulsione elettrica e zero emissioni.

Fondata nel 2007 da Charles E. Bye, l’azienda che ne prende il nome sta sviluppando l’eFlyer, una famiglia di piccoli aerei elettrici che potranno fornire trasporti aerei interregionali e anche fungere da velivoli da addestramento, un campo che Bye conosce molto bene visto che è stato pilota e istruttore di volo militare dell’Usaf (United States Air Force), lavorando con aerei da addestramento come il T-7A Red Hawk, il T-38 e il C-141B oltre ad essere un veterano della prima Guerra in Iraq del 1991 e dell’operazione Desert Storm.

Bye vuole sviluppare e anche costruire i propri aerei elettrici puntando alle emissioni zero e a costi di esercizio particolarmente ridotti. L’elettrificazione dei velivoli di ridotte dimensioni è un marcato molto grande e appetibile: fino al 2019 ne sono stati censiti circa 130mila solo negli Usa e, se fossero sostituiti da velivoli a batteria, le emissioni di CO2 sarebbero tagliate di 135 milioni di tonnellate all’anno, pari al 10% del volume di anidride carbonica prodotta dal Giappone.

Tutte le società aerospaziali stanno lavorando all’elettrificazione del volo, sia esso a batteria o a idrogeno, e anche a carburanti alternativi ecosostenibili in vista degli obiettivi indicati dallo Iata (International Air Transport Association) che ha fissato nel 2050 la data per azzerare tutte le emissioni di gas serra.

In quest’ambito, la Bye si è guadagnata l’attenzione di un grande investitore come la Fgl che fa parte del keiretsu Fuyo, uno dei più grandi raggruppamenti industriali del Sol Levante. La Fgl ha infatti identificato nell’aviazione uno dei campi di investimento più promettenti inserendolo nel proprio piano di sviluppo Frontier Expansion 2021.

Allo stesso tempo, l’elettrificazione e la decarbonizzazione di questo settore dei trasporti presenta interessanti prospettive di business nell’ambito di un concetto più ampio di sostenibilità che guarda, oltre ai profitti, anche l’impatto sociale e la tutela dell’ambiente.

@RIPRODUZIONE RISERVATA