NEW TECHNOLOGIES

Space robotics, crescita esplosiva: ecco chi sono i leader di mercato



Indirizzo copiato

Negli ultimi tre anni oltre 40 aziende sono entrate nell’arena della robotica spaziale, attirando più di 200 milioni di dollari in capitale di rischio. La Cina guida la corsa con il 58% delle domande di brevetto globali seguita a stretto giro da Stati Uniti e Giappone

Pubblicato il 17 giu 2024



unnamed

Cinque anni fa, la Nasa ha lanciato una missione che sembrava uscita da un blockbuster di fantascienza, schierando il suo sistema robotico Astrobees sulla Stazione spaziale internazionale (Iss) per assistere gli astronauti nelle operazioni di riparazione e manutenzione. Oggi la robotica spaziale ha fatto passi da gigante, diventando un focolaio di innovazione e investimenti. Questo settore emergente si trova ora in un momento cruciale, pronto per una crescita esplosiva, con alcune aziende che si sono già imposte per la loro leadership globale: Mda Ltd, Maxar, Airbus, Nlmev Aerospace, Japan Aea, Nasa, Shanghai Microsatellites, Astroscale, Beijing Aerospace Pt, Busek.

Inoltre negli ultimi tre anni oltre 40 aziende pionieristiche hanno fatto il loro ingresso nell’arena della robotica spaziale, attirando più di 200 milioni di dollari in capitale di rischio, secondo Technology Foresights, una piattaforma di intelligence sull’innovazione di GlobalData, azienda leader nel settore dei dati e delle analisi.

Applicazioni all’avanguardia

La robotica spaziale si concentra sulla progettazione e sulla produzione di robot che operano in orbita, svolgendo ruoli essenziali in un’ampia gamma di missioni di esplorazione spaziale. Secondo le analisi di Technology Foresights, le aziende di questo settore in rapida evoluzione stanno sviluppando una moltitudine di applicazioni all’avanguardia.

Queste innovazioni comprendono l’ispezione dettagliata dei veicoli spaziali, la manutenzione efficiente dei satelliti, l’assemblaggio preciso dei componenti, il rifornimento affidabile dei veicoli spaziali e il compito critico di raccogliere i detriti spaziali. Ognuna di queste applicazioni rappresenta un significativo passo avanti per garantire la sostenibilità e il progresso delle missioni spaziali.

La leadership della Cina

Tra le oltre 20 tecnologie innovative individuate nel settore spaziale, la robotica spaziale ha dimostrato uno dei più alti tassi di crescita dell’attività di innovazione nell’ultimo anno. Riconosciuti come una delle tecnologie emergenti dal Technology Foresights di GlobalData, i robot spaziali sono in prima linea in questa impennata tecnologica. In particolare, la Cina è in testa, con il 58% di tutte le domande di brevetto in questo campo negli ultimi tre anni, seguita a ruota da Stati Uniti e Giappone.

Tecnologie innovative

Sourabh Nyalkalkar, practice head of innovation products di GlobalData, spiega che “l’innovazione nelle tecnologie spaziali è stata a lungo dominata dalle grandi agenzie spaziali finanziate con fondi pubblici. La Nasa, ad esempio, sperimenta astronauti robotici, noti anche come cosmonauti, dal 2010, sviluppando e testando diversi esoscheletri robotici. Tuttavia, l‘ascesa della tecnologia IoT e della robotica, unita alla spinta del venture capital e di grandi organizzazioni private specializzate, sta portando alla ribalta tecnologie innovative come la robotica spaziale”.

Dalla canadese Mda all’Airbus

Mda Ltd, con sede in Canada, si distingue come leader nell’innovazione spaziale. Con un’esperienza di oltre 450 missioni spaziali, l’azienda ha recentemente presentato Skymaker, una soluzione robotica modulare adattabile a varie missioni, tra cui l’atterraggio sulla superficie lunare e l’esplorazione orbitale. Allo stesso modo, Airbus ha fatto passi da gigante con l’impiego di bracci robotici attraverso i suoi satelliti OneSat in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea (Esa).

Articoli correlati

Articolo 1 di 5