TECNOLOGIE

La stampa 3D si fa strada nell’industria satellitare: il giro d’affari triplicherà entro il 2030



Indirizzo copiato

Secondo stime di Markets&Markets quest’anno il mercato raggiungerà i 112 milioni di dollari per poi balzare a 487 alla fine del decennio con un tasso di crescita del 27,7%. Aumentano le partnership strategiche

Pubblicato il 19 apr 2024



NanoFF

Il mercato dei satelliti stampati in 3D triplicherà, crescendo da 112 milioni di dollari nel 2024 a 487 milioni di dollari entro il 2030, con un tasso di crescita annuale composto del 27,7%. È quanto emerge dalle stime del report di Markets&Markets.

Secondo questo rapporto, si registra anche un aumento delle partnership strategiche per espandere il perimetro dei componenti dei satelliti stampati in 3D allo scopo di garantire una maggiore sostenibilità.

Riduzione dei costi

Il business dei satelliti stampati in 3D ha il potenziale per rendere l’esplorazione spaziale più accessibile e conveniente. Riducendo i costi e la complessità della produzione di satelliti, la stampa 3D potrebbe consentire a un maggior numero di Paesi e aziende di entrare nel settore dell’industria spaziale.

I satelliti che hanno un peso fisico ridotto sono inoltre preferiti nelle missioni spaziali, poiché il loro peso incide direttamente sui costi di produzione dei componenti utilizzati nei satelliti.

Le aziende leader

Maxar Space Systems (Stati Uniti), Boeing (Stati Uniti), 3D Systems (Stati Uniti), Northrop Grumman Corporation (Stati Uniti) e Fleet Space Technologies Pty Ltd (Australia) sono alcuni delle principali società che operano nel mercato dei satelliti stampati in 3D. “Il segmento dei piccoli satelliti rappresenterà la crescita maggiore nel mercato dei satelliti stampati in 3D durante il periodo di previsione”, spiegano nel report.

Miniaturizzazione dei satelliti

In base alla massa del satellite, il mercato dei satelliti stampati in 3D è stato classificato in nano e microsatelliti, piccoli satelliti e satelliti medi e grandi. La miniaturizzazione dei satelliti, guidata dai progressi nella miniaturizzazione dei componenti e dei sistemi, ha rappresentato una tendenza di trasformazione nel settore spaziale. Un fattore chiave di questa tendenza è la tecnologia di stampa 3D, che facilita la creazione di strutture intricate e leggere perfettamente adatte ai satelliti più piccoli.

In base ai componenti, il mercato dei satelliti stampati in 3D è classificato in antenna, staffa, scudo, alloggiamento e propulsione. Il segmento dell’alloggiamento detiene la quota di mercato maggiore nel periodo di previsione. Questo perché l’alloggiamento stampato in 3D garantisce un adattamento preciso ai componenti del satellite, riducendo il peso e ottimizzando le prestazioni.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4