IL PROGETTO

Thales Alenia Space firma il processore digitale per il satellite coreano delle Tlc

Il chip sarà uno degli elementi chiave di Geo-Kompsat-3, la piattaforma spaziale multifunzione geostazionaria per telecomunicazioni multibanda il cui lancio è previsto per il 2027

01 Feb 2022

Nicola Desiderio

Thales Alenia Space fornirà un processore di sua progettazione per il satellite per telecomunicazioni Geo-Kompsat-3 della Lig Nex1 Co., Ltd, società sudcoreana specializzata nel settore aerospaziale e in Difesa. Il processore fa parte della famiglia Prodige, processori definiti da software e caratterizzati da un design flessibile e scalabile. Sarà progettato, costruito presso la sede di Thales Alenia Space di Madrid, dove ne saranno curati anche il collaudo, l’integrazione e la validazione finale fornendo successivamente anche lo sviluppo dei sistemi di supporto a Terra. L’Istituto per la Ricerca Elettronica e le Telecomunicazioni (Etri) coreano sarà invece responsabile dei payload del satellite, mentre l’Istituto di Ricerca Aerospaziale coreano (Kari) si occuperà della piattaforma satellitare.

Il Geo-Kompsat-3 è un satellite multifunzione geostazionario per telecomunicazioni multibanda il cui lancio è previsto per il 2027 con l’obiettivo di garantire la continuità di servizio con il satellite Coms-1. Una volta messo in orbita, fornirà servizi a larga banda nella penisola coreana e le aree marittime circostanti offrendo supporto alle comunicazioni satellitare della Guardia Costiera Coreana e la protezione marittima nazionale assicurando, al contempo, informazioni sia al Ministero dell’Ambiente sia a quello della scienza, in modo speciale per il monitoraggio delle acque, dei disastri idrici in montagna e nei pressi di fiumi e dighe, la gestione delle calamità naturali e per attività di ricerca nel campo della comunicazione satellitare. La missione Geo-Kompsat-3 assicurerà inoltre una navigazione satellitare più accurata, in particolare per rendere più sicure le operazioni di avvicinamento e atterraggio degli aerei a guida verticale.

Il cuore del nuovo satellite sarà proprio il processore fornito da Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%). Completamente riprogrammabile, supporta sistemi di comunicazioni in banda Ka, ha porte di ingresso e uscita a mappatura riconfigurabile e, grazie all’On-Board Processing Unit (Opbu) esegue demodulazione, decodifica e commutazione dei segnali a bordo seguendo il protocollo Internet e massimizzando così l’uso efficiente di tutte le capacità del satellite.

La partecipazione di Thales Alenia Space a Geo-Kompsat-3 è solo l’ultimo atto di una lunga attività di collaborazione con la Corea del Sud in tema di programmi spaziali, a cominciare dalle missioni geostazionarie multifunzione (Coms-1, Geo-Kompsat 2A e 2B), passando per quelle per telecomunicazioni Koreasat (Koreasat 5, 5A, 6 e 7) e di osservazione della Terra (Kompsat 3A, 5, 6 e 7, famiglia Cas-500 e progetto 425), fino ad arrivare al programma coreano di esplorazione lunare (Kplo) e al sistema coreano di incremento della navigazione satellitare (Kass).

“Siamo estremamente orgogliosi della fiducia riposta in noi da parte di Lig Nex1 ed ETRI per lo sviluppo del processore digitale all’avanguardia per il satellite Geo-Kompsat-3, una missione chiave per fornire servizi di comunicazione vitali in Corea” ha dichiarato Stéphane Terranova, amministratore delegato di Thales Alenia Space in Spagna. “Questo contratto conferma la posizione di leader mondiale e la capacità di Thales Alenia Space di soddisfare le esigenze in evoluzione nel mercato delle telecomunicazioni satellitari, fornendo soluzioni competitive nelle aree dell’elaborazione digitale di bordo trasparente e rigenerativa e inaugurando un nuovo capitolo nella lunga storia di successo tra la nostra azienda e la Corea del Sud”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

T
thales Alenia Space

Approfondimenti

S
space economy