IL CONTEST

ActInSpace, l’hackathon internazionale sbarca a Torino

Il 18 e 19 novembre via alla quinta edizione dell’iniziativa organizzata da Cnes ed Esa che sarà ospitata da I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino. La finale in Francia a febbraio

24 Ott 2022

Nicola Desiderio

ActInSpace

Torino ospiterà una delle tappe della quinta edizione di ActInSpace, l’hackathon internazionale a tema spazio organizzato dall’Agenzia Spaziale Francese (Cnes) e dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) con il supporto di Esa Bic Sud France e Aerospace Valley. L’evento, che toccherà oltre 70 paesi unendo gli appassionati di spazio di cinque continenti, si svolgerà il 18 e 19 novembre prossimi e sarà ospitato nella Città delle Mole da I3P all’interno del Campus del Politecnico di Torino.

Pensato per gli studenti, aperto a tutti

ActInSpace è pensato per gli studenti, ma è aperto a tutti i partecipanti che si uniranno in squadre e avranno 24 ore di tempo dalle ore 16 del primo giorno per immaginare e mettere a punto progetti di prodotti e servizi innovativi basati su dati e tecnologie spaziali con l’aiuto di mentori e consulenti. Le squadre dovranno seguire una delle 20 sfide proposte da Cnes, Esa e partner internazionali suddivise in quattro categorie principali: Be a new space player, Business in everyday life, Space for Earth and humanity e – novità – Fly to the moon and beyond.

WHITEPAPER
Ottieni una pianificazione veloce e affidabile nel tuo marketing: scopri come!

Si parte dei brevetti di Cnes ed Esa

A differenze di altre competizioni simili, le sfide di ActInSpace sono basate su brevetti depositati da Cnes o Esa, oppure su gruppi di dati reali forniti dai partner dell’evento e provenienti da sistemi come Pléiades, Copernicus, Egnos e Galileo. Dopo le ore 16 del 19 novembre, alla chiusura della maratona, i team parteciperanno ad una sessione di pitching con la giuria locale alla fine della quale saranno proclamati i vincitori dell’evento. La squadra vincitrice della tappa di Torino, così come le altre, potrà partecipare alle finali internazionali che si terranno in Francia il prossimo febbraio. Tra i premi previsti per quest’ultimo evento, c’è un volo parabolico a bordo di un Airbus A310 Zero-G.

A contatto con l’incubatore

Altra importante opportunità per i partecipanti sarà quella di entrare in contatto direttamente con Esa Bic Turin, il programma di I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino, supportato dallo stesso ateneo piemontese e dalla fondazione Links, che prevede risorse economiche, tecniche e consulenziali a favore di start-up per lo sviluppo di applicazioni upstream e downstream. La partecipazione a ActInSpace è gratuita e aperta a chiunque: studenti, sviluppatori, ingegneri, imprenditori, scienziati, designer, esperti di logistica, marketer, comunicatori e semplici appassionati. Le registrazioni all’evento, che ha posti limitati, sono già aperte sul sito https://actinspace.org/register.

La promozione della space economy

“Siamo onorati di poter collaborare con Cnes, Esa e Aerospace Valley per questa nuova edizione di ActInSpace, hackathon nato in Europa e ora diffuso in tutto il mondo – ha dichiarato Giuseppe Scellato, Presidente di I3P e Coordinatore di Esa Bic Turin – e tanto più in quanto l’obiettivo dell’evento è promuovere l’imprenditoria nella space economy: missione completamente condivisa dal programma di incubazione di Esa Bic Turin. I mentor e i consulenti del nostro incubatore sono più che pronti a incontrare le squadre partecipanti e ad assisterle nell’elaborazione di un progetto basato su tecnologie attualmente esistenti o dati reali, al fine di dare forma a un’idea che potrebbe essere il punto di partenza per una startup di successo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3