IL POTENZIAMENTO

Aeronautica, dal Mise 163 milioni per il distretto della Campania

Capofila Leonardo. Sul piatto 85 milioni di agevolazioni per rinnovare e potenziare le linee produttive di Pomigliano d’Arco e Nola per le fusoliere dell’Atr grazie all’implementazione di sistemi basati sull’Industria 4.0

04 Mag 2022

Nicola Desiderio

Giancarlo Giorgetti

Via libera dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) per progetti pari a 163 milioni di euro che riguardano il settore aeronautico della Campania e nei quali il dicastero guidato Giancarlo Giorgetti metterà a disposizione circa 85 milioni in agevolazioni. I progetti, presentati da Leonardo in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II e altre aziende sul territorio, permetteranno di sviluppare nuovi metodi industriali preso gli stabilimenti di Pomigliano d’Arco e Nola secondo tutelando l’occupazione esistente e anzi aumentandola di 42 nuovi posti di lavoro.

I progetti permetteranno di ampliare le linee produttive e di assemblaggio della fusoliera dei velivoli da trasporto regionale ATR con impianti e tecnologie basati sul concetto di Industria 4.0. L’obiettivo è creare una fabbrica digitalizzata, ad alta automatizzazione e che utilizza processi di virtualizzazione attraverso tecnologie avanzate quali Cyber Physical System, Internet of things, Big Data, Intelligenza Artificiale, Robotica e di una gestione intelligente dell’energia. In più, saranno sperimentati e sviluppati modelli organizzativi innovativi che garantiranno la centralità del fattore umano nei nuovi processi produttivi.

“Dagli investimenti in ricerca e sviluppo passa il rilancio del settore aeronautico – dichiara il ministro Giancarlo Giorgetti – che è stato tra quelli più penalizzati durante la pandemia. Il Mise sostiene investimenti in favore della competitività del territorio campano che può contare su competenze altamente specializzate e un tessuto produttivo all’avanguardia, in cui è presente un’azienda leader del settore come Leonardo in grado di sviluppare sinergie di filiera”. Con la realizzazione di tale programma d’investimento, la Campania potenzia un settore che sta diventando sempre più vitale per la propria economia e Leonardo ha uno strumento in più per migliorare la propria competitività sul mercato aeronautico globale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2