L’INTERVENTO

Aerospazio, Bernini: “Accelereremo su centro Torino”

La ministra dell’Università rassicura le istituzioni piemontesi sull’iter legato al Centro di ricerca. Si punta al recupero dei fondi del 2021 ma va prima completato lo statuto. Il sindaco Lo Russo: “Investimento importante per il futuro della nostra città e del tessuto universitario e industriale”

04 Nov 2022

Paolo Marelli

torino

“Verificherò lo stato dell’arte per cercare di velocizzare il percorso legato al Centro di ricerca sull’Automotive e l’Aerospazio di Torino”. È l’impegno assunto dalla ministra dell’Università Anna Maria Bernini in trasferta nel capoluogo piemontese dove ha incontrato il sindaco Stefano Lo Russo e il presidente del Piemonte, Alberto Cirio. Mentre la Bernini ha assicurato che il Governo accelererà per sbloccare lo stallo che ostacola il decollo dell’ente per l’intelligenza artificiale che avrà un ruolo strategico nazionale, il governatore della Regione ha sottolineato che “ogni anno il territorio dovrebbe ricevere 20 milioni per il progetto, ma nel 2021 non sono stati assegnati perchè la Fondazione ancora non esisteva”. E proprio il recupero di questi fondi è stato l’argomento al centro del vertice con la ministra.

Bernini assicura supporto del Governo

“Per quanto ci riguarda noi supporteremo le iniziative che sono nate a Torino. Questo Centro di ricerca è una eccellenza e per noi è un motivo d’orgoglio, su cui abbiamo già fatto un investimento”, ha ribadito Bernini. La ministra poi ha spiegato che “il comitato di coordinamento nominato non ha ancora prodotto lo statuto”. Ragion per cui “i fondi non sono stati erogati alla Fondazione. Ma questo non significa che i finanziamenti non ci siano, piuttosto devono essere recuperati ed essere resi concreti. E questo accadrà quando lo statuto del Centro sarà completato”.

WHITEPAPER
La RPA in 9 step: da dove si comincia?
Intelligenza Artificiale
Realtà virtuale

Centro di ricerca cruciale per università e industria

Il Centro di ricerca è stato istituito a Torino dal decreto legge del 25 maggio 2021, poi convertito in legge lo scorso luglio, e prevedeva la nomina del Comitato che deve scrivere lo Statuto della Fondazione (necessario per fare partire l’attivitа dell’ente stesso) entro due mesi, quindi lo scorso settembre. Da allora però tutto è rimasto bloccato. Ha ricordato il presidente Cirio: “Il decreto prevede che ogni anno ci vengano assegnati 20 milioni, nel 2021 la Fondazione non si è costituita quindi, anche se ogni anno dovremo prendere 20 milioni, stiamo cercando di ottenere anche quelli previsti l’anno passato”.

Dal canto suo, il sindaco Lo Russo ha detto che la ministra Bernini ha garantito il pieno appoggio del nuovo governo al Centro di ricerca: “È un investimento importante per il futuro della nostra città e del suo tessuto universitario e industriale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5