LA PIATTAFORMA

Distretto Virtuale Asi, quattro incontri per farlo decollare

Il primo si è svolto a Selargius, in Sardegna. Gli altri in programma a Roma, Milano e Trieste. Il portale ha l’ambizione di diventare il punto di incontro tra comunità scientifica, istituzioni e aziende del comparto

12 Set 2022

Nicola Desiderio

Distretto virtuale ASI

Fare del Distretto Virtuale dell’Agenzia Spaziale Italia (Asi) il punto di incontro informativo tra imprese, comunità scientifica ed istituzioni. Per questo lo scorso 9 settembre si è svolto un evento di presentazione presso l’Osservatorio Astronomico di Cagliari Inaf-Oac e ne seguiranno altri tre a Roma, Milano e Trieste entro la fine dell’anno.

Si comincia dalla Sardegna

Organizzato con il supporto del Distretto Aerospaziale della Sardegna (Dass) e del Crs4, l’incontro ha visto la partecipazione di Giacomo Sciortino, manager del distretto virtuale ASI e da remoto di Fabrizio Tosone, direttore generale ASI nonché di Giacomo Cao, amministratore unico del Crs4 e presidente del Dass, Emilio Molinari, direttore dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari, e infine di Giorgio Angius, vicesindaco di Cagliari.

WHITEPAPER
Ottieni una pianificazione veloce e affidabile nel tuo marketing: scopri come!

I miglioramenti e le interazioni

Lo scopo dichiarato di questo e degli altri incontri, che si svolgono in presenza e a distanza e sono organizzati per coprire anche geograficamente tutto il paese, è illustrare i miglioramenti del portale nato nel 2009, le nuove funzionalità e le sue potenzialità, grazie anche all’interazione con altri sistemi di mappatura virtuale dell’Asi come il Catalogo Space Industry Ice Asi, Archimede e altre applicazioni.

Gli strumenti e il confronto

Gli incontri saranno anche momenti di verifica e confronto con gli utenti per raccogliere riscontri e suggerimenti per migliorare la piattaforma. Sarà illustrato il funzionamento di alcuni strumenti presenti all’interno del canale “Documentazione rilevante” come quello “Territorio Regioni e Spazio”, “Report di Finanza integrativa” e “Rapporto periodico”. Qui si trova anche la guida dettagliata sull’utilizzo del portale che è dotato anche di un comunicatore email tematico utilizzabile da tutti i soggetti registrati.

Circa 500 aziende censite

Gli incontri saranno anche l’occasione per incontri one to one con nuove aziende dei territori che vorranno aderire alla piattaforma. Al momento sono circa 500 ed entro la fine dell’anno saranno compiuti altri adeguamenti che permetteranno di realizzare una mappatura territoriale e per competenze con l’obiettivo di promuoverle sul territorio e allargare la conoscenza di quanto l’Asi offre alle aziende del settore, sempre più numerose e organizzate, e alle istituzioni, sempre più interessate ai benefici creati dall’industria spaziale.

Condividere competenze e opportunità

Giacomo Cao ha infatti affermato: “Lo strumento che è stato presentato dall’Asi risulterà di sicuro aiuto alla comunità che fa capo al settore, non solo per migliorare l’interazione sulla base delle specifiche competenze di ciascun attore pubblico o privato, ma anche per sviluppare progettualità di comune interesse”. Secondo Giacomo Sciortino “Il portale è una risorsa informativa innovativa in quanto offre un’interfaccia web a tutti gli attori del settore di interagire con propri contributi. Ciò permette innanzitutto di mappare tutte le specificità e le vocazioni espresse dal territorio e di promuoverne la valorizzazione in modo sinergico e interattivo, anche con operazioni di finanza integrativa”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
Giacomo Cao

Aziende

A
Agenzia Spaziale Italiana (Asi)

Approfondimenti

S
space economy

Articolo 1 di 2