LA NOMINA

E-Swan, Luca Spogli è il nuovo presidente

Il ricercatore dell’Ingv a capo della nuova European Space Weather and Space Climate Association che punta a rafforzare, sostenere e svilupare le attività spaziali legate ai cambiamenti climatici

11 Nov 2022

Nicola Desiderio

Luca Spogli

Luca Spogli è il nuovo presidente di E-Swan (European Space Weather and Space Climate Association), la nuova associazione nata nel corso dell’anno che ha l’obiettivo di rafforzare, sostenere e svilupare le attività di Space Weather e Space Climate in Europa confrontandosi con le massime realtà internazionali in materia quali Agenzia Spaziale Europea (Esa), Committee on Space Research (Cospar) e World Meteorological Organization (Wmo).

La nomina a Zagabria

La nomina di Spogli, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), è arrivata nel corso della 18a Settimana Europea dello Space Weather (Esww2022), tenutasi lo scorso mese di ottobre a Zagabria, a seguito delle elezioni indette tra membri dell’associazione, e rappresenta un riconoscimento di rilievo per l’impegno che l’Ingv profonde da tempo per attività di ricerca e studio in Spazio e Aerospazio.

WHITEPAPER
Energy e Blockchain: quali opportunità?
Blockchain
Utility/Energy

Il ruolo e il prestigio dell’Ingv

Tali attività, portate avanti attraverso il Centro di Osservazioni Spaziali della Terra (Cos-Ingv), ha portato l’istituto italiano a rafforzare il proprio ruolo in ambito internazionale, anche attraverso l’attività e l’esperienza del neo-presidente di E-Swan. Dal 2008 Spogli è nell’unità Upper Atmosphere e Radiopropagation e da tempo lavora a modelli scientifici che sfruttano i segnali Gnss.

Attività di lungo corso

Spogli è anche il fondatore di SpacEarth Technology, società nata da uno scorporo dall’Ingv. “Questa carica, della quale sono onorato – ha dichiarato il neo-presidente di E-Swan – è di beneficio per tutto l’Ingv che, con essa, conferma e rafforza il suo ruolo strategico e sempre più determinante nelle attività europee e internazionali legate allo Space Weather e allo Space Climate.

Un riconoscimento alla Ricerca italiana

“Da anni l’Istituto è impegnato nell’osservazione e nello studio dei fenomeni geofisici naturali e dei loro effetti sull’ambiente – aggiunto il presidente dell’Ingv, Carlo Doglioni – per sviluppare le conoscenze degli elementi critici del sistema Terra e delle loro interazioni reciproche. Un ambito di ricerca nel quale la multidisciplinarietà è il cardine degli studi dell’Ingv. La nomina di Luca Spogli è il riconoscimento internazionale alla professionalità e al valore della ricerca e dei ricercatori italiani”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5