NEW BUSINESS

Hpc, edge, intelligenza artificiale e cloud: E4 e il progetto Damas

L’azienda in prima fila nel Digital hub for AutoMotive and Aerospace che punta al supporto tecnologico avanzato alle aziende, in particolare alle pmi, e alle pubbliche amministrazioni

19 Apr 2023

Paolo Marelli

placeholder

In prima fila nella transizione digitale dell’Italia. Dall’Hpc (high performance computing) all’edge computing, dall’artificial intelligenze al cloud: l’azienda E4 Computer Engineering di Scandiano (Reggio Emilia) partecipa al progetto Damas (Digital hub for AutoMotive and AeroSpace), il cui obiettivo è di fornire supporto tecnologico avanzato alle aziende, in particolar modo alle Pmi che operano nei settori dell’automotive e dell’aerospace.

Guidato da Leonardo, il polo Damas aggrega aziende di primo piano del Paese ed è pensato per le piccole e medie imprese ad alto contenuto tecnologico e alle pubbliche amministrazioni che intendono approcciare la trasformazione digitale, offrendo loro consulenza e supporto per la creazione di competenze e lo sviluppo di progetti.

Formazione su Hpc e Ai

In particolare, E4 si occuperà di erogare formazione sulle tecnologie avanzate che stanno alla base del progetto stesso, quali Hpc, edge computing, intelligenza artificiale e cloud. Inoltre, il team specializzato di E4 collaborerà alla realizzazione di Proof of Concept (Poc) finalizzati alla realizzazione di progetti specifici.

WHITEPAPER
Sistemi Natural Language Processing per il marketing, strumenti e rischi: il test
Natural Language Processing (NLP)
E-Learning

Competenze nelle tecnologie avanzate

La collaborazione riconosce le forti competenze di E4 su questi settori verticali. Nello specifico, al mercato aerospaziale E4 ha dedicato una business unit, Aerospace&Defence, che concentra i suoi sforzi proprio sull’applicazione delle tecnologie più avanzate, in particolare Hpc e Ai, per la realizzazione di modelli e simulazioni di elevata complessità. 

Anche in ambito automotive E4 vanta un’esperienza specialistica, forte di numerose collaborazioni con aziende e centri di ricerca, in particolare per quanto riguarda la progettazione e l’utilizzo di tool di sviluppo sia per codici open source che proprietari.

L’aerospazio è il futuro

“Automotive e aerospace sono mercati in cui si sperimentano già oggi le tecnologie che contribuiranno a disegnare il nostro futuro, non solo professionale. Anche per questo, è motivo di particolare orgoglio per E4 poter collaborare a questo progetto, che racchiude il meglio della ricerca tecnologica italiana”, dice Daniele Gregori, chief security officer di E4. 

“Da sempre il nostro focus – aggiunge – è sulle tecnologie più avanzate, che hanno il potenziale per rivoluzionare il mondo dell’industria e aiutarci a creare un futuro più digitale e sostenibile. Con grande piacere porteremo il nostro contributo, confrontandoci con realtà accomunate dalla stessa prospettiva internazionale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3