IL SALONE INTERNAZIONALE

Leonardo al Farnborough Interational Airshow con le aziende lombarde dell’aerospazio

Dopo due anni di interruzione, torna la manifestazione inglese, tra le maggiori al mondo per l’Aerospazio e la Difesa. La grande azienda italiana punta sulla digitalizzazione mentre il Lombardia Airspace Cluster è rappresentata da 14 Pmi

18 Lug 2022

Nicola Desiderio

Farnborough Interational Airshow

Torna oggi e fino al 22 luglio, dopo due anni di interruzione dovuti alla pandemia, il Farnborough Interational Airshow, una delle più importanti manifestazioni del settore Aerospazio e Difesa alla quale parteciperanno anche Leonardo e altre aziende italiane del distretto Lombardia Airspace Cluster, presente con 14 imprese in rappresentanza di una delle realtà più importanti in Italia.

Leonardo punta sulla digitalizzazione

La digitalizzazione e il tema sul quale Leonardo punta maggiormente presentando il sistema aereo da combattimento di nuova generazione Fcas (Future Combat Air System), e anche l’elicottero multimissione di ultima generazione AW149, già venduto in 32 unità alla Polonia e sotto il vaglio del Ministero della Difesa UK per il requisito NMH – New Medium Helicopter. In mostra anche il sistema di pilotaggio remoto AWHero l’M-346, velivolo da addestramento già venduto in oltre 2.000 unità in 40 paesi. Leonardo espone i propri sistemi di auto-protezione e avionica CNI (Comunication, Navigation, Identification), tra cui il nuovo Loam, il sistema acustico anti-sommergibile Ulisses, radar di controllo del tiro a scansione elettronica come il Grifo E e l’ECRS Mk0, radar di sorveglianza e sensori per la difesa aerea a lungo e a medio raggio incluso il TMMR (Tactical Multi Mission Radar).

I sistemi di addestramento, l’intelligenza artificiale e il cloud

L’azienda italiana mostra al salone inglese la suite tecnologica per la Cyber Information Superiority e con le piattaforme Cyber Range e Cyber Trainer per la simulazione immersiva di scenari complessi. L’X2030, grazie a intelligenza artificiale, cloud, supercalcolo, deep learning e video analytics, permette di correlare in tempo reale enormi quantità di dati provenienti da sorgenti eterogenee e fornire un quadro sinottico della situazione a supporto di decisioni e interventi sul campo. Leonardo presenta anche la sua visione per la nuova mobilità aerea con il simulatore del convertiplano multiruolo AW609, primo al mondo destinato alla certificazione civile, il drone solare Skydweller e i servizi di navigazione e comunicazione satellitare.

Leonardo e lo spazio

Per quanto riguarda lo spazio, Leonardo presenta le proprie tecnologie e i propri servizi in tema di osservazione della Terra, di controllo dell’affollamento dell’orbita (Space Situational Awareness) e di intervento (In-orbit servicing). Attenzione particolare è poi dedicata all’esplorazione planetaria e ai principali programmi internazionali cui Leonardo partecipa, come quelli verso Luna (Artemis e Moonlight) e verso Marte (Mars Sample Return), e al contributo tecnologico a questi garantito in modalità diversa, compresa quella attraverso la Space Alliance, formata dalle joint venture Telespazio e Thales Alenia Space.

La presenza della aziende lombarde

Oltre a Leonardo, al Farnborough International Airshow 2022 partecipa con un proprio stand anche il distretto Lombardia Aerospace Cluster con 14 imprese, in larga parte Pmi. Di queste, 11, sono presenti fisicamente: AMM, Ase, Aviochem, Brancaro Industries, Cordon Electronics Italia, Italiana Ponti Radio, Jointek Aerospace, M.P.G. Instruments, Mecaer Aviation Group, Merletti Aerospace e OVS Villella. Aerea, Logic e Secondo Mona sono presenti con i loro stand individuali. A visitare lo stand lombardo ci saranno Pierluigi Di Palma e Fabio Nicolai, rispettivamente presidente e direttore Centrale di Enac, una delegazione composta da rappresentanti di Regione Lombardia e dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, insieme a imprese socie del Lombardia Aerospace Cluster e al Presidente della Camera di Commercio di Varese, Fabio Lunghi. Fitto il calendario di incontri di Farnborough che comprende anche il Flash Meeting, in programma mercoledì 19 luglio sull’Advanced Air Mobility che vedrà il presidente Angelo Vallerani discutere insieme al Sottosegretario con delega ai Rapporti con le Delegazioni Internazionali di Regione Lombardia, Alan Christian Rizzi.

L’unione dà più occasioni alle PMI

“Mai come prima d’ora possiamo apprezzare appieno le opportunità e le potenzialità di un evento internazionale come quello di Farnborough – ha dichiarato il presidente del Lombardia Aerospace Cluster, Angelo Vallerani – una vetrina di enorme importanza. È in occasioni come queste che il valore aggiunto di far parte di un Cluster si mostrano apertamente. L’adesione delle Pmi al nostro network di aziende permette anche alle realtà più piccole, di poter essere presenti ad appuntamenti di massima visibilità per gli operatori del settore. Il nostro obiettivo è permettere ad ogni piccola e media impresa di trovare una propria autonoma presenza sui mercati esteri, diversificando il proprio business. Sono molte le aziende del nostro indotto che hanno i requisiti per riuscirci: noi vogliamo semplicemente fare squadra e accompagnarle, rendendo possibile anche a livello di budget la presenza in rassegne dai costi non indifferenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4