IL PROGETTO NAZIONALE

Osiride, via al consorzio a quattro per la costellazione satellitare made in Italy

In campo D-Orbit, Exprivia, Planetek e Serco. Obiettivo: favorire lo sviluppo di startup e altre iniziative innovative per il più importante programma di Osservazione della Terra europeo – al lancio nel 2026 – che vede l’Italia capofila grazie a 1,3 miliardi di fondi del Pnrr

07 Nov 2022

Nicola Desiderio

Osiride

Osiride è il nuovo consorzio composto da D-Orbit, Exprivia, Planetek Italia e Serco Italia e che ha l’obiettivo di produrre idee favorendo la nascita di start-up e altre iniziative innovative per lo sviluppo della costellazione satellitare Iride, estendendone così i benefici e le ricadute tecnologiche su un’ampia platea di imprese italiane e favorendo la crescita dei distretti aerospaziali.

Finanziata con il Pnrr

Iride è infatti il più importante programma spaziale europeo per l’Osservazione della Terra a bassa quota e sarà realizzato interamente in Italia entro il 2026 con il supporto dell’Esa, dell’Asi ed un investimento di 1,3 miliardi di euro provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnnr). Sarà una costellazione composta da 36 satelliti di tipologia e dimensioni diverse dotati di sensori Sar, pancromatici, iperspettrali e infrarossi.

WHITEPAPER
Supply Chain: ecco come ottenere un tracciamento trasparente grazie all'IoT
IoT
Industria 4.0

Parte di NextGenerationEU

Una volta a regime, Iride aiuterà la Protezione Civile e altre amministrazioni a fronteggiare il dissesto idrogeologico, gli incendi, a proteggere le coste, a monitorare le infrastrutture critiche, la qualità dell’aria e le condizioni meteorologiche. Iride è inoltre una componente rilevante del NextGenerationEU dedicato allo sviluppo delle attività spaziali, a supporto della transizione ecologica e digitale.

Costellazione di nuove idee

Iride costituirà un sistema che include tutte le componenti (upstream, downstream e servizi) per fornire servizi geospaziali a livello nazionale ed europeo, sia alla Pubblica Amministrazione che ai clienti privati. Per questo la nuova costellazione rappresenta un’opportunità unica per lo sviluppo di nuove idee e applicazioni. Osiride – che sta per Soluzioni Operative per Iride – nasce per facilitarle e svilupparle.

Un quartetto al comando

Il consorzio ha tutte le risorse per farlo visto che è composto da aziende di primo piano nei rispettivi segmenti dell’Osservazione della Terra: la D-Orbit per la logistica spaziale e dei servizi di trasporto; Exprivia per i sistemi di Terra e le soluzioni software aziendali per clienti pubblici e privati; Planetek Italia per lo sviluppo di servizi e analisi derivate; Serco Italia per la progettazione e l’operatività di infrastrutture per la gestione dei dati satellitari.

La spinta all’aerospazio italiano

L’obiettivo di Osiride è esplodere tutto il potenziale tecnologico, economico e sociale di Iride generando nuove iniziative, nuova impresa e nuove opportunità di lavoro per giovani talenti, ricercatori e professionisti e specialisti nelle tecnologie dello spazio dando ulteriore impulso al settore aerospaziale italiano.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4