IL PIANO

Spazio e Difesa: accordo Civitanavi Systems e Ierom per sistemi anticollisione

Continua la campagna all’estero della società marchigiana che produce sistemi di navigazione inerziale. Dopo l’ingresso nel gruppo di ricerca del Fondo Europeo per la Difesa, siglata l’intesa con l’azienda inglese di elicotteri elettrici per innovazione e sviluppo di nuovi servizi

05 Set 2022

Paolo Marelli

space-spazio9

Garantire più sicurezza nei sistemi di navigazione per l’industria aerospaziale e della Difesa. Ecco in sintesi l’obiettivo di Civitanavi Systems, società specializzata nella progettazione, sviluppo e produzione di sistemi di navigazione e stabilizzazione inerziale, che ha siglato un accordo con Ierom, società attiva nella mobilità aerea urbana, specialmente di elicotteri elettrici, con sede a Londra. L’annuncio della partnership è stato reso noto dalla stessa società marchigiana che ha sede a Pedaso (Fermo).

Lo scopo dell’intesa firmata può essere così riassunta: esplorare la possibilità di integrare i sistemi anticollisione di Ierom Ltd nei sistemi di navigazione più avanzati di Civitanavi Systems per offrire un più ampio spettro di servizi nei settori nazionali e internazionali dell’industria aerospaziale e della Difesa, come l’avionica, la mobilità aerea urbana, i veicoli spaziali e l’esplorazione idrografica e geologica.

Due società all’avanguardia nel loro settore

La società tecnologica Civitanavi Systems è stata creata da Andrea Pizzarulli nel 2012 per sviluppo, realizzazione e commercializzazione di sistemi di navigazione basati su sensori a tecnologia proprietaria in fibra ottica portando innovazione in un settore “tradizionale” come quella della nagivazione inerziale.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

Mentre Ierom Ltd, è una start-up innovativa che vanta un’ampia esperienza nella mobilità aerea urbana, in particolare nella produzione di elicotteri elettrici. Recentemente, l’azienda ha siglato un contratto di consulenza con il professor Barry Evans dell’Università del Surrey, con l’obiettivo di migliorare la connettività dei suoi sistemi anticollisione proprietari aggiungendo una connessione satellitare alla connettività 4G/5G sfruttando i terminali sviluppati da industrie specializzate come Atmosphere, Ttp, Skytrack, Bsn connessi ai sistemi satellitari Leo e Geo di Iridium ed Inmarsat.

L’ingresso nel gruppo di ricerca del Fondo per la Difesa Europeo

La tecnologia messa a punto da Civitanavi Systems, inoltre, lo scorso agosto ha ricevuto il via libera per il suo ingresso nel gruppo di ricerca del Fondo Europeo per la Difesa per progettare e realizzare un sistema di navigazione inerziale e gravimetrico vettoriale quantistico (Q-Sing) e per il quale riceverà quasi 900 mila euro dall’Ue, essendo rientrata in uno dei 61 progetti selezionati a livello internazionale per il settore dell’Aerospazio e Difesa.

Civitanavi Systems è entrata a fare parte del progetto Q-Sing (Quantum-basedSimultaneous inertial Navigator and vector Gravimeter) per costruire un sistema di navigazione free-inertial ad alta precisione, in grado di operare in aree Gnss-denied (aree in cui il segnale satellitare è compromesso) su tutti i tipi di veicoli militari: dai sottomarini agli aerei.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3