IL TAGLIO DEL NASTRO

Thales Alenia Space cresce a Roma: nuovo hub da 4mila mq

Il nuovo stabilimento ospiterà risorse, aree operative e uffici per il management e il design di satelliti di Tlc a seguito dell’acquisizione di importanti contratti nell’ambito di Sicral 3 e della seconda generazione di Galileo. Riflettori sui giovani, l’Ad Comparini: “La Capitale sempre più strategica per lo Spazio, la nostra azienda attira i migliori talenti”

23 Mag 2023

Nicola Desiderio

Thales Alenia Space

Thales Alenia Space ha inaugurato un suo nuovo stabilimento a Roma dove saranno destinato nuove risorse, nuove aree operativi, gli uffici del management e anche strutture di progettazione per i sistemi di telecomunicazione e navigazione al quale l’azienda franco-italiana sta lavorando.

Un’altra sede a Roma

La nuova struttura ha una superficie di circa 4.000 mq distribuita su tre piani e si trova lungo la via Tiburtina, nella periferia Est della città, dove Thales Alenia Space e una delle sue due azioniste di riferimento, Leonardo, hanno anche altre importanti sedi amministrative ed operative. Tra queste il quartier generale e il Centro Integrazione Satelliti della stessa Thales Alenia Space.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Il Polo Tecnologico e Industriale

Nell’area inoltre si concentrano numerose altre aziende specializzate in telecomunicazioni ed in information technology che danno vita a quello che è identificato come Polo Tecnologico ed Industriale di Roma. La nuova struttura nasce per esigenze e operative di business, in particolare a seguito dell’assegnazione di progetti di importanza strategica come i satelliti Sicral 3 e quelli per il sistema Galileo di seconda generazione.

Per Sicral 3 e Galileo 2nd generation

Come è noto nel primo caso si tratta di un sistema composto da due satelliti (Sicral 3A Sicral 3B) che sarà realizzato per il Ministero della Difesa per scopi militari e di sicurezza e il cui lancio è previsto a partire dal 2026. Nel secondo, si parla invece del sistema principale di posizionamento e navigazione satellitare (Gnss) dell’Unione Europea. Il piano prevede 12 nuove unità destinate ad integrare le 24 operative esistenti.

Altre 400 persone in organico

Nei nuovi stabilimenti si svolgeranno le fasi strategiche e decisionali, quelle progettuali vere e quelle relative al management e System design per i satelliti con le loro antenne e apparati di bordo. Proprio tali programmi, insieme ad altri che sono stati affidati a Thales Alenia Space, hanno spinto alla realizzazione della nuova struttura e al reclutamento di circa 400 persone che portano ad un totale di circa 8mila le unità impiegate all’interno delle 18 sedi dislocate in 10 paesi.

Ruolo strategico della Capitale

“L’inaugurazione di questo stabilimento che rende la Capitale sempre più strategica per lo Spazio italiano sottolinea la capacità della nostra azienda di cercare soluzioni per affrontare le continue nuove sfide e questo senza dubbio ci consente di attirare i migliori giovani talenti. Expertise specializzate sono alla base della nostra strategia di crescita per creare un’occupazione ricca e di qualità, capace di rispondere alle forti esigenze di sviluppo industriale e tecnologico” ha dichiarato Massimo Claudio Comparini (il primo da destra nella foto).

Innovazione con il territorio

“Thales Alenia Space ha inoltre – ha continuato il suo amministratore delegato in Italia – un ruolo sempre più attivo nel promuovere iniziative a sostegno dell’innovazione, in sinergia con le imprese e le università del territorio locale e nazionale, favorendo la crescita occupazionale e la formazione specialistica dei giovani, in perfetta sinergia con i territori in cui operiamo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5