COMPETENZE E LAVORO

Virgin Galactic, cambio ai vertici prima di tornare in orbita

La società di Branson snellisce il management per essere più competitiva: via il presidente Iyer e nuove nomine. Intanto si avvicina la ripresa dei voli della SpaceShipTwo
Pronto il programma dei nuovi test

13 Gen 2023

Paolo Marelli

2215713427_8d06feeb5c_b

Mentre si avvicina la ripresa dei voli del veicolo suborbitale SpaceShipTwo a lungo rinviati, Virgin Galactic, la società creata dal magnate Richard Branson, sta riorganizzando i propri vertici aziendali, a cominciare dalla separazione dal suo senior executive.

La compagnia fondata nel 2004 ha annunciato che sta semplificando il proprio management per far crescere il proprio business e la prima mossa è clamorosa: via Swami Iyer, presidente dei sistemi aerospaziali di Virgin Galactic. In un primo momento, il top manager avrebbe dovuto lasciare la carica con effetto immediato. Poi invece la sua fuoriuscita mano drastica: rimarrà infatti come consigliere dell’azienda fino al 3 marzo.

Via il presidente Iyer

Iyer, un ex pilota collaudatore dell’Air Force e che ha già lavorato per diverse società aerospaziali e della Difesa, era entrato a far parte di Virgin Galactic nel febbraio 2021, diventando responsabile dei team che costruiscono veicoli suborbitali e aerei da trasporto dell’azienda.

INFOGRAFICA
Rendere più efficienti i tempi di attesa in sanità: ecco come fare, grazie al digitale
Intelligenza Artificiale
Sanità

Una struttura di leadership più snella contribuirà a far avanzare il nostro business, mentre ci prepariamo per le operazioni spaziali commerciali”, ha detto Michael Colglazier, amministratore delegato di Virgin Galactic. “Swami è stato cruciale nel fissare la nostra futura strategia di produzione e nel guidare il lavoro per preparare le nostre navicelle spaziali iniziali per il volo commerciale, e siamo grati per il suo apporto”.

Il nuovo top management

Con la nuova riorganizzazione, Mike Moses ricoprirà il ruolo di presidente delle missioni spaziali e della sicurezza. Moses è in azienda dal 2011 con incarichi di supervisione delle operazioni di volo e di missione.

Mike Moore, ex vicepresidente senior per le operazioni tecniche in Delta Airlines che è entrato a far parte di Virgin Galactic nel 2022, è invece il vicepresidente esecutivo per le operazioni tecniche della linea spaziale. Steve Justice, che è entrato a far parte dell’azienda contemporaneamente a Iyer dopo una lunga carriera alla Lockheed Martin, è passato alla posizione di vicepresidente senior dei programmi e dell’ingegneria delle linee spaziali.

Manutenzione e lanci rinviati

La ristrutturazione dei vertici arriva quasi 18 mesi dopo l’ultimo volo di SpaceShipTwo nel luglio 2021, che ha portato il fondatore dell’azienda Richard Branson su un volo oltre il confine di 80 chilometri che la compagnia e le agenzie governative statunitensi definiscono Spazio. Poco dopo il volo, Virgin Galactic ha annunciato che sia lo spazioplano Vss Unity che il suo velivolo WhiteKnightTwo, Vms Eve, sarebbero stati sottoposti a un lungo periodo di manutenzione che si sarebbe protratto per tutto il 2022.

Il programma dei test di volo

Annunciado la riorganizzazione del management, la società ha dichiarato che sta rispettando il cronoprogamma per iniziare i voli commerciali della Vss Unity nel secondo trimestre del 2023. 

Secondo la compagnia, i lavori su Vms Eve, presso una struttura Virgin Galactic a Mojave, in California, sono terminati e l’aereo inizierà i test a terra dal 16 gennaio in avanti. A ciò seguiranno i test di volo e quindi il volo di ritorno dell’aereo allo Spaceport America nel New Mexico, dove sarà riunito alla Vss Unity per una serie finale di test, inclusi voli suborbitali a motore.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5