SPACE ECONOMY

Airbus fa asse con OneWeb per i servizi di comunicazione a governi ed eserciti

La rete congiunta permetterà di connettere veicoli, navi e velivoli ed è concepita all’origine per applicazioni in cloud multidominio permettendo così agli utilizzatori di avere un accesso sicuro e privilegiato alle informazioni

16 Dic 2021

Nicola Desiderio

space-spazio8-1.jpg

Airbus e OneWeb hanno firmato un accordo di distribuzione congiunta per fornire servizi di comunicazione satellitare a bassa orbita terrestre (Leo – Low Earth Orbit) per utilizzi sia militari sia governativi. Grazie a questo contratto, il più grande costruttore di velivoli del mondo e di servizi di comunicazioni militari in Europa sarà in grado di offrire nuovi servizi di comunicazione a forze armate, di sicurezza e ai vari corpi di protezione civile del nostro Continente e britanniche entro la fine del 2021.

Nel quadro di tale accordo, Airbus e OneWeb mirano a sviluppare una gamma completa di servizi di sicurezza dedicati a bisogni specifici della forze armate per tutte le loro operazioni di terra, mare e aria. La rete congiunta permetterà di connettere veicoli, navi e velivoli ed è concepita all’origine per applicazioni in cloud multidominio permettendo così ai suoi utilizzatori di avere una superiorità nelle informazioni. Le costellazioni di satelliti Leo permette infatti lo sviluppo di una nuova generazione di terminali e antenne di dimensioni, peso e potenza ridotti in grado di garantire anche comunicazioni in tempo reale attraverso lo spazio.

Grazie dunque a questi nuovi servizi di comunicazione, le forze armate che se ne serviranno potranno contare su protocolli Internet all-IP ad alta velocità che garantiscono un flusso prioritario di informazioni con un elevato grado di affidabilità. Ci sarà anche la possibilità di sfruttare simultaneamente la rete di satelliti geostazionari (Geo – Geostationary Earth Orbit) contando così sulla massima flessibilità ed interoperabilità. In questo modo, anche gli aerei drone Uav (Unmanned Aerial Vehicle) potranno trasmettere in tempo reale video dal vivo in streaming e dati rilevati dai sensori.

I satelliti progettati da OneWeb per Airbus sono prodotti nello stato americano della Florida e porteranno la rete totale della società, che ha sede a Londra e dal 2020 ed è stata acquisita dal governo britannico e dal gruppo Bharti, ad avere una rete composta da 648 satelliti Leo, pienamente operativi per la fine del 2022. La copertura riguarderà inizialmente l’area artica per poi diventare globale nel corso del prossimo anno.

“Grazie a questa nuova offerta – ha dichiarato Evert Dudock, vice presidente del settore Connected Inteligence di Airbus Defence and Space – saremo i primi in assoluto a fornire questo tipo di servizi alle forze armate europee. Con la costellazione Leo di OneWeb possiamo offrire ai nostri clienti flessibilità reale grazie a reti a maglia integrate e cloud, in grado di garantire superiorità informativa e operativa”. Allineate le dichiarazioni della controparte OneWeb. “Siamo entusiasti di espandere la nostra rete insieme ad Airbus per andare incontro alle esigenze di connettività delle forze di difesa europee e delle agenzia di sicurezza. Assicureremo comunicazioni in tempo reale resilienti e in piena sicurezza a organizzazioni militari e civili”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA