IL PIANO DEL GOVERNO UK

Comunicazioni satellitari, per le imprese britanniche 15 milioni di sterline

Il ministro Ghani, in visita a Roma per discutere di politiche per lo Spazio, annuncia i dettagli. Il nuovo fondo servità per svilupperare nuove tecnologie, costellazioni in orbita e sistemi di terra. I finanziamenti nell’ambito del programma Artes dell’Esa

18 Ott 2022

Paolo Marelli

uk-from-space-nasa

Un fondo da 15 milioni di sterline per supportare le imprese britanniche nello sviluppo di una nuova generazione di tecnologie per le comunicazioni satellitari. È il pacchetto di investimenti annunciato da Nusrat Ghani, ministro della Scienza del Regno Unito, che è diretta a Roma per la sua prima visita all’estero incentrata sulle politiche dello spazio. Previsto un incontro con Josef Aschbacher, il Direttore Generale dell’Agenzia spaziale europea (Esa), in vista del Consiglio dei ministri dell’Esa, in programma il mese prossimo.

Bando aperto fino alla primavera 2023

Il bando, aperto fino alla prossima primavera, è rivolto alle organizzazioni che sviluppino tecnologie ambiziose nell’ecosistema delle comunicazioni satellitari. Il fondo punta a dare priorità ai progetti che rispondano alle esigenze dei clienti, sostenendo la crescita sostenibile e catalizzando ulteriori investimenti nel settore spaziale del Regno Unito, che già impiega 47 mila persone.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

Secondo quanto chiarito in una nota ufficiale, le proposte potranno concentrarsi sulla creazione di intere costellazioni di satelliti, sistemi di terra o sulla fornitura di nuovi servizi ai clienti e saranno finanziati attraverso il ruolo guida dell’Agenzia spaziale britannica nel programma Artes (Advanced Research in Telecommunications Services) dell’Agenzia spaziale europea (Esa).

Ghani: sfruttare le opportunità nello Spazio per far crescere l’economia

Soddisfatta la ministra della Scienza del Regno Unito, che ha detto di non vedere l’ora di conoscere le proposte in corsa per l’accesso al fondo. “Sono orgogliosa – ha sottolineato Ghani – di rappresentare il settore spaziale del Regno Unito mentre discutiamo delle nostre ambizioni in vista del Consiglio dei ministri dell’Esa il prossimo mese. Ci sono una serie di programmi importanti sul tavolo e voglio sfruttare le opportunità nello Spazio per far crescere l’economia del Regno Unito, creare posti di lavoro e ispirare i giovani alle carriere Stem”. Ghani ha anche ribadito che il governo britannico sta “mettendo a disposizione nuovi finanziamenti per rafforzare la posizione del Regno Unito come leader mondiale nel mercato delle comunicazioni satellitari”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2