SATCOM

Eutelsat entra nella Global Satellite Operators Association

L’associazione con sede a Bruxelles riunisce i ceo dei principali operatori satellitari. La società assicurerà la disponibilità di bande di frequenza satellitari durante la Conferenza Mondiale delle Radiocomunicazioni 2023, fondamentale per consentire alla tecnologia spaziale di dispiegare appieno il potenziale al servizio delle esigenze di connettività

24 Apr 2023

Nicola Desiderio

Eutelsat 10B format 16-9 V2

Eutelsat ha annunciato di essere diventato membro della Global Satellite Operators Association (Gsoa), l’organizzazione internazionale con sede a Bruxelles che riunisce gli amministratori delegati dei rispettivi operatori satellitari operanti su scala regionale e globale.

Associazione ai massimi livelli

La Gsoa è riconosciuta a livello internazionale come una delle associazioni più rappresentative della space economy e in grado di interagire ai massimi livelli con enti di regolazione, il mondo della politica e organizzazioni di standardizzazione tecnica, come 3rd Generation Partnership Project (3Gpp), e altre associazioni come la International Telecommunications Union (Itu) e il World Economic Forum (Wef).

EVENTO
26 Giugno 2024 - 09:30
Il 26 giugno torna Telco per l’Italia: via alle iscrizioni! Ti aspettiamo a Roma
Software Defined Networking
Unified Communication & Collaboration

Dentro anche Telespazio e Tas

Ne fanno parte in qualità di membri a pieno titolo anche Telespazio, Airbus, Kuiper, Viasat, Inmarsat, Viasat e anche OneWeb, destinata a costituire con Eutelsat un’unica entità. Tra i partner ci sono Thales Alenia Space, Arianespace e Lockheed Martin. L’obiettivo del Gsoa è lavorare insieme per rispondere alle grandi evoluzioni dell’ecosistema satellitare che comportano una profonda rivisitazione degli assetti tecnici e normativi.

L’infrastruttura satellitare

I sistemi satellitari costituiscono infatti, sempre di più, l’infrastruttura portante al servizio della digitalizzazione, della crescita sociale, dei sistemi educativi e di tutela della salute. Tutto questo grazie alla sempre maggiore integrazione degli ecosistemi di telecomunicazione e alla convergenza di tutti gli standard coinvolti come il 5G e 6G, nonché tutte le reti a banda larga che sempre di più trovano nel cielo il loro terreno di proliferazione.

Preparare il futuro

Per questo Eutelsat, aderendo al Gsoa, mostra il “proprio supporto verso un solido settore delle telecomunicazioni satellitari con un’unica voce globale, che connette il mondo in modo sostenibile. Insieme alle controparti, Eutelsat intende partecipare pienamente nel dare forma all’ecosistema di comunicazione satellitare del futuro”. Il comunicato della multinazionale francese fa preciso riferimento a tutte le risorse e problematiche del settore.

Le frequenze per il sistema

Tra queste: la disponibilità di bande di frequenza satellitare, la promozione dell’utilizzo responsabile dello spazio, la connessione delle aree non servite, e tutte le altre sfide dello che “richiedono cooperazione. Eutelsat aderisce agli sforzi dell’associazione, in particolare assicurando la disponibilità delle bande di frequenza satellitare in occasione della World Radiocommunication Conference 2023, fondamentale per permettere alla tecnologia spaziale di esprimere a pieno il proprio potenziale per servire i bisogni di connettività del mondo”.

Satcom su un sentiero comune

“Sono entusiasta di poter lavorare con Eva Berneke e il suo gruppo per offrire i benefici della comunicazione satellitare ai cittadini e ai governi facendo fare all’industria un passo in avanti nell’offrire connettività ovunque e sempre” ha commentato il direttore generale della Gsoa, Isabelle Mauro. “Coinvolti a vari livelli e in diversi gruppi di lavoro all’interno della Gsoa – risponde il ceo di Eutelsat – siamo ansiosi di supportare l’industria satcom lungo un percorso di resilienza, responsabilità e innovazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3