LA RUBRICA ASI

Satelliti, la navigazione Gps sbarca sulla Luna

Con l’avanzare del programma Artemis l’uomo tornerà sul satellite della Terra con una presenza a lungo termine. Collaborazione in corso tra l’Agenzia Spaziale Italiana e la Nasa per sviluppare una rete di comunicazione lunare con il progetto LuGre

20 Mar 2023

Giulia Bonelli

Gps lunare

È più vicino il momento in cui l’uomo tornerà sulla Luna, stavolta per stabilirvi  una presenza a lungo termine. E’ uno degli obiettivi del programma Artemis, che porta con sé anche la necessità di sviluppare una rete di comunicazione e navigazione lunare che consentirà agli astronauti di vivere, muoversi e lavorare sul satellite della Terra comunicando tra loro e con la Terra, oltre che con i sistemi robotici e automatici che li potranno aiutare nelle loro missioni.

Tra le tecnologie che renderanno possibile questa prospettiva c’è il Gps Lunare. Prima di disporre di un sistema di navigazione satellitare in orbita intorno alla Luna, la grande sfida sarà riuscire a determinare la propria posizione in orbita intorno alla Luna o sulla superficie lunare utilizzando la rete di satelliti in orbita terrestre: è questo l’obiettivo del progetto di ricerca e sviluppo tecnologico LuGre, che vede la collaborazione tra Asi e Nasa per utilizzare sulla Luna i segnali delle costellazioni Gps e Galileo

Indice degli argomenti

Il progetto LuGre

LuGre si dirigerà sulla Luna a bordo del lander Blue Ghost: il flight model è stato consegnato da Asi e Nasa a Firefly all’inizio di marzo con tanto di ricevitore, antenna e low noise amplifier, per dare inizio alla fase di integrazione.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

LuGre, sviluppato per l’Asi dall’azienda veneta Qascom, è un dispositivo non più grande di 25 centimetri e dal peso di un chilo e mezzo. che contiene una tecnologia miniaturizzata altamente sofisticata, progettata per captare, seguire e processare i segnali Gps e Galileo durante il viaggio per la Luna, in ambiente cislunare e sulla superficie lunare.

Le prossime tappe

La partenza del lander di Fireflycon a bordo LuGre e altri 9 esperimenti scientifici e tecnologici è prevista nel giugno 2024, mentre l’allunaggio dovrebbe evvenire dopo un mese nel Mare Crisium, all’interno dell’omonimo bacino lunare, per dare in prospettiva supporto alle missioni lunari con equipaggio, come previsto dal programma dell’Agenzia Spaziale Europea Moonlight, che punta anche a portare intorno alla Luna nuovi satelliti per le comunicazioni lunari. Il primo sarà Lunar Pathfinder, che secondo le roadmap attuali  dovrebbe essere lanciato alla fine del 2024.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4