L'ANNIVERSARIO

Euspa spegne la prima candelina e rilancia sui progetti

La European Union Agency for the Space Programme fa il punto sui programmi attivati: con l’entrata in servizio del nuovo satellite Gsat 2203, la rete Galileo offre un posizionamento più preciso e due nuovi servizi: High Accuracy Services (Has) e l’Open Service Navigation Message Authentication (Osnma)

13 Mag 2022

Nicola Desiderio

Compie un anno l’Euspa (European Union Agency for the Space Programme), l’agenzia europea dedicata allo spazio che ha la missione di tradurre gli investimenti per lo spazio in benefici economici e servizi tangibili per i cittadini della Ue.

“Sono estremamente orgoglioso di tutto quello che l’Euspa è riuscita a fare in un anno, che è il risultato diretto dei nostri professionisti dedicati, tutti dotati di una mentalità orientata al servizio e della passione di rendere la tecnologia spaziale accessibile ai cittadini e alle attività economiche dei cittadini dell’Unione Europea” ha dichiarato Rodrigo da Costa, executive director dell’agenzia che ha la responsabilità della gestione operativa per Egnos, Galileo e Copernicus, della sicurezza per i programmi spaziali europei (compresa quella relativa alla Space Situational Awareness e all’inquinamento spaziale) con l’accreditamento di ogni loro componente, e infine il coordinamento del Govstacom (European Union Governmental Satellite Communications).

QUI IL MINI-VIDEO EUSPA

Quest’ultimo rappresenta il quarto pilastro dell’Euspa e permetterà ai governi degli stati membri di operare in sicurezza per compiti di sorveglianza e per la gestione delle crisi e delle infrastrutture chiave sfruttando tutta la potenza dei sistemi satellitari europei già operativi. L’Euspa si pone come l’interlocutore unico per tutto quello che riguarda l’Osservazione della Terra mettendo in contatto chi fornisce e chi ha bisogno di tali servizi dando impulso economico e tecnologico ad un campo che, oltre a fornire molteplici benefici, rappresenta un’opportunità di lavoro, ricerca e sviluppo. Secondo quanto affermato nella prima edizione dell’Euspa EO and GNSS Market Report, le pmi e le start-up rappresentano il 93% delle aziende attive nel campo dell’Osservazione della Terra in Europa generando un fatturato di 2,8 miliardi di euro destinato a raggiungere i 5,5 miliardi nel prossimo decennio.

WEBINAR
Massimizza l’investimento in cloud in 5 step

Posizionamento più preciso con Galileo

Inoltre, con l’entrata in servizio del nuovo satellite Gsat 2203, la rete Galileo offre un posizionamento più preciso e due nuovi servizi: High Accuracy Services (Has) e l’Open Service Navigation Message Authentication (Osnma) che rappresenta una forma di protezione di primo livello contro la falsificazione e lo spoofing. “Grazie al Sab (Security Accreditation Board), l’Euspa è in prima linea per la sicurezza informatica fornendo agli utenti finali la certezza di sapere che i dati provenienti dallo spazio dai quali dipendono è sicura e protetta” afferma il responsabile del Sab, Bruno Vermeire mentre l’administrative board chair, Václav Kobera indica in questo giorno “l’opportunità per riflettere ed essere fieri di tutte le pietre miliari che abbiamo acquisito lavorando insieme”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA