STRATEGIE

Difesa, il piano di Elettronica: la crescita passa dallo Spazio

Cruciale la collaborazione con EltHub e la partnership con altri player. L’azienda chiude il 2022 con nuovi ordini per oltre 360 milioni di euro (+20%), grazie al lancio di nuovi prodotti nel mercato core e a una consolidata presenza internazionale

21 Dic 2022

Paolo Marelli

10444841335_86984998b0_b

Nell’ambito spazio, lo scorso anno, Elettronica, l’azienda di Roma specializzata in sistemi di guerra elettronica, ha lanciato un nuovo prodotto, lo Zenithal Jammer, e l’interesse verso lo spazio sarà sempre più importante, come dimostra la collaborazione con EltHub e la partnership con altri player del settore in ambito Edf e Pnrm. 

Elettronica, con l’acquisizione del 70% di EltHub, fatta nel corso dell’anno, ha accresciuto ulteriormente le potenzialità nell’ambito spazio e nei mercati adiacenti (green e smart tech), oltre ad apportare asset in ricerca e sviluppo e fast prototyping. 

Continua l’internazionalizzazione

L’azienda ha ulteriormente consolidato la propria presenza internazionale, non solo per le attività di mercato ma anche rinforzando il proprio presidio all’estero. Nel 2023 saranno aperti nuovi uffici commerciali in Egitto e Pakistan. Nel 2023 avremo una Elt Usa che nasce dalla costola della Solnyx, di cui Elt acquisisce le quote, per scouting tecnologico e collaborazioni con i player industriali americani. 

WEBINAR
15 Febbraio 2023 - 12:00
B2B: tutti i segreti per una customer experience perfetta

L’accresciuta proposta di valore aziendale vede l’ingresso nel mercato della biodifesa. Infatti a giugno è stato presentato E4Shield, un sistema di inattivazione del virus attraverso le onde elettromagnetiche, la cui tecnologia è stata brevettata e sviluppata da Elettronica. L’azienda commercializzerà E4Shield in partnership LendLease.

L’azienda chiude un 2022 da record

Elettronica, azienda tra i principali leader mondiali nel settore della difesa elettronica, chiude il 2022 con nuovi ordini per oltre 360 milioni di euro, con un incremento del 20%. 

“Ci siamo lasciati lo scorso anno, quello del settantesimo anniversario, annunciando l’inizio di una svolta, di un nuovo punto di partenza nel momento in cui l’Emso e il dominio cyber sono diventati determinanti nei nuovi scenari operativi della Difesa e sicurezza – ha detto Domitilla Benigni, ceo & coo di Elettronica -. Al centro di questo nuovo slancio aziendale c’è innanzitutto un nuovo piano industriale a lungo termine, che parte dal consolidamento del mercato di riferimento ma guarda anche a territori nuovi in termini di mercato e geografie”. 

Nello specifico dei nuovi ordini, il 54% pari a circa 200 milioni arrivano dal mercato europa e consorzi e il restante 46%, per circa 168 milioni dai mercati extra Ue. Elettronica è tra le quattro aziende italiane che partecipano al Global combat aur programme, il programma della Difesa sviluppato in partenariato tra Italia, Regno Unito e Giappone.

Lanciati nuovi prodotti nel mercato core

L’anno in corso è stato quello di lancio di nuovi prodotti nel mercato core da parte di Elettronica, in particolare nel segmento Land e nuove capacità per l’antidrone, presentato nella versione mobile “Snow Leopard” e nella versione navale. In generale l’azienda sta e continuerà a lavorare alla luce di un cambio di paradigma multidominio e multipiattaforma, perfezionato anche grazie alla partecipazione ai grandi programmi della Difesa europea.

Un obiettivo importante per l’azienda e destinato a rivoluzionare le capacità tecnologiche delle industrie, l’approccio all’Ew (Electronic warfare) e il modo in cui finora si è operato negli scenari operativi militari, dove saranno valorizzate le capacità di interoperabilità, la connettività di rete, la superiorità delle informazioni allo scopo di alimentare una profonda integrazione nell’ambito della piattaforma principale e tra varie piattaforme pilotate.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5