IL VERTICE

Guerra Ucraina: Italia e Francia stringono sulla cooperazione spaziale

In occasione della 19ma Bilaterale poste le basi per rafforzare i progetti congiunti sanciti nell’ambito del Trattato del Quirinale. I mutamenti del quadro strategico geopolitico impongono una nuova roadmap

15 Apr 2022

Nicola Desiderio

Profonda identità di vedute su molti temi e rinnovo dei rapporti di stima e collaborazione tra i due paesi per gettare le basi delle problematiche che riguardano la Difesa e la cooperazione in campo navale e spaziale. Questo è l’esito della 19ma bilaterale tra Italia e Francia che si è tenuta presso palazzo Guidoni a Roma, sede del Segretariato generale della Difesa e Direzione nazionale degli armamenti (Segredifesa) che ha visto la partecipazione del generale di Corpo d’Armata, Luciano Portolano, Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, e il suo omologo transalpino, Joel Barre, Chief Executive della Direction Générale de l’Armement (Dga).

L’incontro – fa sapere una nota di Segredifesa – ha permesso di stabilire le premesse per gli eventi che potranno concretizzarsi negli anni a venire, evidentemente in rapporto ai repentini mutamenti del quadro strategico e geopolitico che si sta consumando da due mesi a questa parte. Italia e Francia, in quanto paesi fondatori della Nato e dell’Unione Europea nonché confinanti, condividono una lunga storia di cooperazione e complementarietà nel campo della Difesa nonché una crescente convergenza strategica ed industriale nel campo aerospaziale, recentemente ribadite negli accordi del Quirinale.

L’incontro tra le due delegazioni si è svolto in un clima altamente positivo e ha portato allo scambio di importanti informazioni tecniche nell’ambito di un perimetro privilegiato e garantito, per la successiva collaborazione in progetti di ricerca tecnologica di comune interesse per l’accrescimento reciproco delle conoscenze e delle potenziali applicazioni della tecnologie per la Difesa. Nel particolare, è in fase di definizione – conclude la nota diffusa dal Ministero della Difesa – con la controparte francese la stesura di una tabella di marcia di verifica delle capacità che includerà i principali settori di cooperazione navale e spaziale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2