LA NOMINA

Samantha Cristoforetti alla guida della Stazione Spaziale Internazionale

L’astronauta italiana è la prima donna europea a comandare l’Iss: subentrerà al russo Oleg Artemyev. Il presidente Asi Giorgio Saccoccia: “Conferma del ruolo e dell’importanza che l’Italia riveste nell’esplorazione dello spazio”

14 Set 2022
cristoforetti 3

Il nuovo comandante della Stazione Spaziale Internazionale sarà – dal 28 settembre – l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti, che prenderà il posto del collega russo Oleg Artemyev dell’Expedition 67. Ad annunciarlo è il sito dell’Agenzia Spaziale Italiana. Astrosamantha sarà la prima astronauta donna europea a comandare l’Iss.

“Sono onorata della mia nomina a comandante – commenta Cristoforetti – e non vedo l’ora di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare in orbita un team molto capace“.

La nomina di Astrosamantha a capo della stazione spaziale internazionale “dimostra chiaramente la fiducia e il valore che i nostri partner internazionali ripongono negli astronauti dell’Esa”, sottolinea Josef Aschbacher, direttore generale dell’Agenzia spaziale europea (Esa).

Grande soddisfazione anche per i vertici dell’Agenzia Spaziale Italiana, con il presidente Giorgio Saccoccia che invia a Samantha Cristoforetti le proprie congratulazioni: “La sua nomina – afferma – è motivo di particolare orgoglio per l’Italia e per l’Europa. Come prima donna europea a ricoprire la carica di comandante della Stazione spaziale internazionale, Samantha sarà ancora una volta fonte d’ispirazione per le giovani generazioni. Un incarico di tale valore affidato per la seconda volta a un astronauta di nazionalità italiana è anche la conferma del ruolo e dell’importanza che riveste il nostro Paese nell’esplorazione dello spazio e nelle attività spaziali internazionali. Auguri Samantha da parte di tutta l’Agenzia spaziale italiana e dai tuoi concittadini”.

“La prima astronauta italiana ed europea a ricoprire questo ruolo – aggiunge Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale con delega alle Politiche spaziali e aerospaziali – è un esempio di professionalità e competenza, fonte di ispirazione per le ragazze e i ragazzi che vorranno cogliere le opportunità di questo settore, sempre più strategico a livello globale”.

La missione Minerva è la seconda che l’astronauta italiana affronta sulla Iss, dopo quella Asi del 2014 denominata “Futura”. Cristoforetti ha intrapreso il suo secondo viaggio sull’Iss il 27 aprile di quest’anno, quando con la crew-4 è decollata su un razzo Falcon 9 di SpaceX.

Nell’ambito della nuova missione l’astronauta è impegnata in attività scientifiche, tra le quali sei esperimenti dell’Asi nell’ambito di salute, neuroscienze, radiazioni e alimentazione. Dall’inizio della missione è stata responsabile del segmento orbitale degli Stati Uniti (Usos), con la supervisione delle attività nei moduli e nei componenti statunitensi, europei, giapponesi e canadesi della Stazione.

Il 21 luglio, infine, Cristoforetti è stata impegnata nella sua prima passeggiata spaziale, diventando la prima astronauta donna europea a eseguire un’attività extraveicolare.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5