LA STRATEGIA

Space economy, modello Usa per l’India: business da 13 miliardi

Condividi questo articolo

Alleanza pubblico-privato, in stile Nasa, per una crescita record del settore entro il 2025. L’attività dell’Indian Space Research Organization e delle startup spaziali private aumenteranno del 13% nei prossimi tre anni. Si punta a banda ultralarga e telecomunicazioni

Pubblicato il 11 Ott 2022

satelliti-spazio-151118104637-3.jpg

Un’alleanza tra pubblico e privato farà decollare l’industria spaziale in India. Non solo: il boom del settore del lancio di satelliti potrebbe garantire all’economia spaziale del Paese entrate per 13 miliardi di dollari entro il 2025. È il quadro che emerge dal rapporto realizzato dalla società di consulenza Ey India e l’ente industriale Indian Space Association (Ispa).

Presentata all’Indian Space Conclave 2022 di Nuova Delhi, l’indagine anticipa che i servizi di lancio spaziale e satellitare dell’Indian Space Research Organization (Isro) e delle startup spaziali private cresceranno più rapidamente, a un tasso di crescita annuale composto (Cagr) pari al 13% nei prossimi tre anni.

Alleanza con i privati, l’India guarda al modello Usa

Nella crescita del segmento che comprende i servizi di lancio dei satelliti, il più richiesto per l’industria spaziale globale, giocherà un ruolo cruciale l’ingresso nell’ecosistema spaziale indiano di società private, come Skyroot Aerospace, Agnikul Cosmos e Bellatrix Aerospace. Questi operatori, che cercheranno di seguire le orme di player globali come SpaceX e Rocket Labs negli Stati Uniti, Arianespace in Francia e persino quelle di Isro in India, si augurano di intercettare una quota significativa della crescente domanda di lancio di satelliti in orbita.

Secondo Sreedhara Panicker Somanath, presidente dell’Indian Space Research Organisation, la partnership tra pubblico e privato made in India dovrebbe ispirarsi al modello di alleanza implementato dagli Stati Uniti negli ultimi due decenni.

“Gli Stati Uniti – spiega Somanath – hanno stabilito un modello ideale di partenariato pubblico-privato nello spazio, con la National Aeronautics and Space Administration (Nasa) del governo che ha smantellato il proprio Space Shuttle e attinto alle aziende private del paese per costruire prodotti. Lo hanno fatto in oltre due decenni per guidare il mondo oggi e anche l’India ha tutti gli ingredienti per creare un modello di successo.

India terreno fertile per applicazioni e servizi satellitari

Il rapporto Ey-Ispa mette poi in luce il fatto che le applicazioni e i servizi satellitari, che crescono di pari passo con i servizi di lancio nel nascente settore spaziale privato indiano, continueranno a rimanere il maggior contributore dell’economia spaziale indiana nel 2025, sostenuti dalla crescente domanda di servizi satellitari per i beni di consumo, come la connettività satellitare nelle telecomunicazioni.

Secondo Prashant Singhal, leader per i mercati emergenti della tecnologia, dei media e delle telecomunicazioni (Tmt), l’impennata dei servizi satellitari arriverà sulla scia della connettività in aree non ancora coperte dalla banda ultralarga, che in India rappresenta una grande opportunità.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4