LA STRATEGIA

Space economy, modello Usa per l’India: business da 13 miliardi

Alleanza pubblico-privato, in stile Nasa, per una crescita record del settore entro il 2025. L’attività dell’Indian Space Research Organization e delle startup spaziali private aumenteranno del 13% nei prossimi tre anni. Si punta a banda ultralarga e telecomunicazioni

11 Ott 2022

Paolo Marelli

satelliti-spazio-151118104637-3.jpg

Un’alleanza tra pubblico e privato farà decollare l’industria spaziale in India. Non solo: il boom del settore del lancio di satelliti potrebbe garantire all’economia spaziale del Paese entrate per 13 miliardi di dollari entro il 2025. È il quadro che emerge dal rapporto realizzato dalla società di consulenza Ey India e l’ente industriale Indian Space Association (Ispa).

Presentata all’Indian Space Conclave 2022 di Nuova Delhi, l’indagine anticipa che i servizi di lancio spaziale e satellitare dell’Indian Space Research Organization (Isro) e delle startup spaziali private cresceranno più rapidamente, a un tasso di crescita annuale composto (Cagr) pari al 13% nei prossimi tre anni.

Alleanza con i privati, l’India guarda al modello Usa

Nella crescita del segmento che comprende i servizi di lancio dei satelliti, il più richiesto per l’industria spaziale globale, giocherà un ruolo cruciale l’ingresso nell’ecosistema spaziale indiano di società private, come Skyroot Aerospace, Agnikul Cosmos e Bellatrix Aerospace. Questi operatori, che cercheranno di seguire le orme di player globali come SpaceX e Rocket Labs negli Stati Uniti, Arianespace in Francia e persino quelle di Isro in India, si augurano di intercettare una quota significativa della crescente domanda di lancio di satelliti in orbita.

WHITEPAPER
Scopri come risolvere in autonomia i problemi quotidiani legati all’IT
CIO
Manifatturiero/Produzione

Secondo Sreedhara Panicker Somanath, presidente dell’Indian Space Research Organisation, la partnership tra pubblico e privato made in India dovrebbe ispirarsi al modello di alleanza implementato dagli Stati Uniti negli ultimi due decenni.

“Gli Stati Uniti – spiega Somanath – hanno stabilito un modello ideale di partenariato pubblico-privato nello spazio, con la National Aeronautics and Space Administration (Nasa) del governo che ha smantellato il proprio Space Shuttle e attinto alle aziende private del paese per costruire prodotti. Lo hanno fatto in oltre due decenni per guidare il mondo oggi e anche l’India ha tutti gli ingredienti per creare un modello di successo.

India terreno fertile per applicazioni e servizi satellitari

Il rapporto Ey-Ispa mette poi in luce il fatto che le applicazioni e i servizi satellitari, che crescono di pari passo con i servizi di lancio nel nascente settore spaziale privato indiano, continueranno a rimanere il maggior contributore dell’economia spaziale indiana nel 2025, sostenuti dalla crescente domanda di servizi satellitari per i beni di consumo, come la connettività satellitare nelle telecomunicazioni.

Secondo Prashant Singhal, leader per i mercati emergenti della tecnologia, dei media e delle telecomunicazioni (Tmt), l’impennata dei servizi satellitari arriverà sulla scia della connettività in aree non ancora coperte dalla banda ultralarga, che in India rappresenta una grande opportunità.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4