IL PROGETTO EUROPEO

Solidworld sale a bordo di Hexa Fly, il jet supersonico dell’Esa

L’azienda metterà in campo il software di progettazione 3D e collaborerà con Marotta e Vection Technologies allo sviluppo del velivolo che viaggerà a 8 volte la velocità del suono per uso civile e collegherà Roma-New York in sole 2 ore. La costruzione del primo prototipo inizierà nel 2024

08 Giu 2023

Paolo Marelli

hexa fly

SolidWorld Group, azienda a capo del gruppo leader nel settore delle tecnologie digitali, della stampa 3D oltre che dell’additive manufacturing, sale a bordo, insieme a Marotta e Vection Technologies, del progetto Hexa-Fly (High-speed experimental fly vehicles), il jet ipersonico dell’Agenzia spaziale europea (Esa), in grado di viaggiare a 8 volte la velocità del suono per uso civile e che collegherà Roma-New York in sole 2 ore.

Primo prototipo nel 2024

Nell’ambito di questo progetto SolidWorld fornirà il software di progettazione 3D che, grazie all’integrazione con i sistemi dei partners, progetterà i sistemi di integrazione ed effettuerà le dovute simulazioni del velivolo ipersonico per il trasporto civile attraverso il pianeta. Con il progetto Hexa-Fly l’Europa, grazie anche al know-how italiano, acquisirà la tecnologia ipersonica al pari delle grandi potenze mondiali.

WHITEPAPER
Droni e space economy: cosa dice il mercato? E cosa dice la legge?
E-Commerce
Supply Chain Management

Il prototipo di questo velivolo è in fase di completamento della progettazione e sarà costruito a partire dal 2024. Il volo di prova avverrà presumibilmente nel 2026.

Eccellenze made in Italy

La collaborazione tra SolidWorld Group, Marotta, azienda specializzata nella produzione di componenti e assiemi di alta precisione per l’aeronautica e la difesa, e Vection Technologies, società tecnologica internazionale leader in soluzioni 3D e Vr (virtual reality) per le aziende, ha consentito lo sviluppo della rivoluzionaria soluzione di extended reality (Xr) per progetti aerospaziali altamente complessi.

Gli ingegneri aerospaziali di Marotta  svilupperanno il prototipo, utilizzando la piattaforma 3D Frame di Vection Technologies integrata con la suite di progettazione SolidWorks di Dassault Systèmes e la piattaforma di collaborazione Cisco Webex. L’integrazione è stata resa possibile dall’esperienza di SolidWorld Group.

Il ruolo del metaverso

Il risultato ottenuto è stato possibile grazie alla capacità di simulare nella realtà virtuale, ovvero nel metaverso, le attività di integrazione dei sottosistemi, di ottimizzazione dell’ergonomia degli specialisti addetti al velivolo, riducendo notevolmente i costi di progettazione delle attrezzature di integrazione e minimizzando i rischi di errori. La soluzione innovativa ha consentito a Marotta di progettare, realizzare un prototipo e testare virtualmente il jet Hexa-Fly, riducendo significativamente la necessità di prototipi fisici e i costi logistici.

Il futuro del trasporto civile

Secondo il presidente di SolidWorld Group, Roberto Rizzo, “i mezzi ipersonici rappresentano il futuro del settore dei trasporti commerciali a lungo raggio. Grazie a questa sinergia tra aziende leader nel settore delle tecnologie avanzate, anche l’Agenzia spaziale europea arriva a sperimentare questi velivoli per il trasporto civile, recuperando terreno rispetto a Cina e Stati Uniti, più avanti finora su questa partita. L’eccellenza italiana ha giocato un ruolo fondamentale, nel creare il sistema di simulazione nel metaverso del velivolo per velocizzare l’intero processo di prototipazione e la realizzazione, che tra qualche anno farà il suo primo viaggio”.

Una soluzione innovativa

La soluzione Integratedxr è il risultato della partnership di successo tra Vection Technologies, Dassault Systèmes, Cisco Webex, SolidWorld Group e l’esperienza degli ingegneri aerospaziali della Marotta e dell’Esaafferma Gianmarco Biagi, amministratore delegato di Vection Technologies – “La soluzione Integratedxr segna una pietra miliare significativa nel settore aerospaziale, fornendo alle aziende una piattaforma innovativa e collaborativa per accelerare la progettazione e lo sviluppo di complessi progetti aerospaziali”. 

Collaudo virtuale

L’implementazione dei software di SolidWorld Group e Vection Technologies hanno consentito di creare un ambiente di collaudo virtuale in cui condurre simulazioni strutturali e della fluidodinamica computazionale aiutando a comprendere le problematiche e garantire la sicurezza del prodotto finale – aggiunge Luca Grosso, amministratore delegato di Marotta -. Inoltre, il passaggio a queste nuove tecnologie garantisce un’immediata comunicazione tra i reparti fornendo un risparmio di tempo in produzione che arriva a superare il 70%, aumentando così la durata degli utensili e ancora di più la produttività”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4