SERVIZI SATELLITARI

Galileo, la joint venture italo-tedesca Spaceopal confermata service operator

Per i prossimi 5 anni la società di Telespazio e Gfr-Dlr continuerà ad essere il gestore dei servizi di terra e di cielo del sistema satellitare europeo

17 Feb 2022

Nicola Desiderio

Spaceopal sarà Galileo service operator (Gsop) anche per i prossimi 5 anni. La European Union Agency for the Space Programme (Euspa, l’Agenzia dell’Unione Europea per il Programma Spaziale) ha infatti confermato in tale qualità la joint venture paritaria tra Telespazio (partecipata da Leonardo al 67% e da Thales 33%) e la Gesellschaft für Raumfahrtanwedungen (Gfr, Società per le applicazioni spaziali), controllata dalla Deutsches Zentrum für Luft und Raumfahrt (Dlr) ovvero dall’agenzia spaziale tedesca.

Il nuovo contratto prevede che Spaceopal continuerà a gestire il sistema di navigazione e posizionamento satellitare europeo (Gnss – Global Navigation Satellite System) Galileo fino al 2026, prolungando le due precedenti convenzioni, anch’esse quinquennali: la prima iniziata nel novembre 2010 e la seconda nel 2016. Spaceopal dunque provvederà ancora a manutere i segmenti spazio e di terra del sistema satellitare sotto la responsabilità dell’Euspa, continuando ad assicurare i requisiti richiesti dal contratto di servizio. Compito della società italo-tedesca è occuparsi delle operazioni di Galileo, della sua sicurezza, della gestione del servizio, della logistica, della manutenzione di sistemi e infrastrutture, del supporto alle attività di evoluzione della fornitura di servizi abilitanti e infine del supporto agli utenti.

Tali attività sono svolte da Spaceopal attraverso il Centro di Controllo Galileo che si trova presso il Centro Spaziale “Piero Fanti” di Telespazio, situato a Ortucchio, nella piana del Fucino, in provincia de L’Aquila. Più recentemente è stato eretto un centro gemello in Germania, a Oberpfaffenhofen, presso il sito della Dlr, pochi chilometri a Ovest di Monaco di Baviera dove Spaceopal ha il proprio quartier generale. La joint-venture italo-tedesca si serve ance del Gnss Service Center di Madrid dove si trova l’interfaccia tra Galileo e i propri utenti e della rete di siti e stazioni di terra dislocati in tutto il mondo, connessi tra di loro da Galileo Data Distribution Network.

“La nostra missione in Euspa è assicurare che gli utenti abbiano accesso a servizi Galileo sicuri e performanti. Con questo contratto facciamo in modo di garantire i servizi del sistema di posizionamento più preciso al mondo a più di 2,5 miliardi di utenti in ogni parte del globo. Si tratta di un risultato possibile grazie alla nostra solida collaborazione con partner industriali come Spaceopal” ha dichiarato Rodrigo da Costa, Direttore esecutivo di Euspa. “L’aggiudicazione della terza fase contrattuale è la conferma della fiducia e dell’apprezzamento del lavoro svolto da Spaceopal in questi anni. Continueremo a lavorare al fianco di Euspa e delle Istituzioni europee per garantire l’efficienza del sistema e per sviluppare nuovi servizi sempre più innovativi per gli utenti Galileo di tutto il mondo”, ha dichiarato Marco Folino, amministratore delegato di Spaceopal.

@RIPRODUZIONE RISERVATA