OSSERVAZIONE DELLA TERRA

Copernicus: Arianespace lancia 5 satelliti per l’Europa con Vega C

Accordo siglato tra la società e la Commissione Ue. Le missioni programmate dallo spazioporto della Guyana francese tra il 2024 e il 2026 fanno salire a 13 il numero di lanci effetuati dal nuovo razzo “light”

30 Nov 2022

Paolo Marelli

Vega C

Arianespace ha raggiunto un accordo con la Commissione europea per cinque lanci con il razzo Vega C di altrettanti satelliti di Copernicus, il programma spaziale per l’osservazione della Terra dell’Ue.

Soddisfatto Stéphane Israël, Ceo di Arianespace: “Sostenere le ambizioni dell’Unione europea e garantire il suo accesso sovrano allo Spazio è al centro della nostra missione. Questa firma dimostra ancora una volta la versatilità e la competitività del nuovo lanciatore leggero europeo Vega C, il cui backlog è ora salito a 13 lanci”.

Aggiunge Timo Pesonen, direttore generale della Dg Defis: “Grazie a questo nuovo contratto con Arianespace, la Commissione europea si assicura i lanci di Copernicus nei prossimi sei anni. Questi lanci garantiranno, con il supporto dell’Esa, il rifornimento della costellazione Copernicus e la messa in orbita di nuove capacità di osservazione. Attendiamo con entusiasmo questa nuova partnership con Vega-C e Arianespace, fondamentale per l’attuazione del programma spaziale dell’Ue”.

Identikit dei nuovi 5 satelliti

I satelliti Sentinel inclusi nel contratto sono il Sentinel-1D, che sarà dotato di un radar ad apertura sintetica per fornire osservazioni multiuso ad alta risoluzione per tutte le stagioni, sia oceaniche sia terrestri. Il lancio è previsto a partire dalla seconda metà del 2024. Il secondo è il Sentinel-2C che fornirà immagini ottiche ad alta risoluzione per i servizi terrestri. Il lancio è previsto per la metà del 2024. Il terzo satellire è Sentinel-3C che fornirà dati ottici, radar e altimetrici di alta precisione per servizi marini e terrestri. Il lancio è previsto per il 2024-2025. Il quarto e il quinto sono i Sentinel Co2m-A e Co2m-B che trasporteranno uno spettrometro nel vicino infrarosso e nell’infrarosso a onde corte per misurare l’anidride carbonica atmosferica prodotta dall’attività umana, fornendo all’Ue una fonte unica e indipendente di informazioni, per valutare l’efficacia delle misure politiche e per seguirne l’impatto verso la decarbonizzazione dell’Europa e il raggiungimento degli obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni. Entrambi i lanci sono previsti per il 2025-2026. 

WHITEPAPER
Digitalizzazione dei processi e Cloud transformation: i trend italiani!

Una costellazione con già 7 satelliti

I satelliti Sentinel fanno parte di Copernicus, uno dei fiori all’occhiello del programma spaziale dell’Ue, che si pone tra i principali sistemi di osservazione della Terra a livello mondiale. Copernicus fornisce dati e servizi indipendenti e affidabili alle autorità pubbliche, alle aziende e ai cittadini. 

Attualmente comprende sette satelliti dedicati Sentinel: Sentinel-1A per le immagini radar, Sentinel-2A e -2B per le immagini ottiche, Sentinel-3A e -3B per il monitoraggio degli oceani e dell’atmosfera; Sentinel-5P consente di monitorare la qualità dell’aria, mentre Sentinel-6 controlla il livello del mare. 

Vega C, un razzo all’avanguardia

Vega C, il nuovo lanciatore leggero europeo, è stato specificamente aggiornato per lanciare satelliti della classe della componente Copernicus ed è perfettamente adatto a servire il mercato dell’osservazione della Terra grazie alle sue prestazioni e alla sua versatilità. Con Vega C e Ariane 6, Arianespace è in grado di offrire le migliori soluzioni possibili per mettere in orbita ogni tipo di carico utile per qualsiasi tipo di applicazione. 

Il lanciatore “firmato” dall’italiana Avio

Vega C è un programma dell’Esa realizzato in collaborazione tra istituzioni pubbliche e industria di 12 Stati partner europei. Il prime contractor di Vega C, responsabile della consegna ad Arianespace di un lanciatore “pronto al volo” presso il Centro spaziale della Guyana, è l’italiana Avio di Colleferro (Roma). Spiega l’amministratore delegato Giulio Ranzo: “Mentre continuiamo il lavoro a Kourou per preparare il secondo lancio di Vega C previsto per il 20 dicembre, questo ulteriore fondamentale contratto estende significativamente il backlog di Vega C, l’unico lanciatore europeo qualificato per le missioni istituzionali della costellazione Copernicus dell’Ue”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2