IL PIANO

Space economy, Uk potenzia la strategia: sul piatto 59 milioni

Il Chief Executive, Paul Bate: “Sostegno concreto all’innovazione del settore”. Ecco i nuovi progetti finanziati: riflettori su comunicazioni ottiche, meteo spaziale e produzione satellitare

27 Nov 2023

Paolo Marelli

UK_heatwave_article

L’Agenzia spaziale britannica investirà 47 milioni di sterline (59 milioni di dollari) in 12 progetti spaziali. Lo ha annunciato il governo. L’investimento raddoppierà grazie a un finanziamento equivalente da parte del settore privato, portando la cifra a oltre 98 milioni di sterline (122 milioni di dollari) di nuovi fondi per la ricerca e lo sviluppo spaziale. 

I finanziamenti provengono dallo Space Clusters Infrastructure Fund (Scif), che si concentra sulla costruzione e sul collegamento di cluster spaziali nel Regno Unito al fine di incoraggiare l’innovazione tecnologica in orbita. 

Crescita dei cluster spaziali

“Il nostro settore spaziale si è concentrato a Londra e nel sud-est, ma negli ultimi anni abbiamo assistito all’emergere di vivaci cluster in tutto il Paese”, ha detto il direttore generale dell’Uksa (Uk Space Agency), Paul Bate: “Il Fondo per l’infrastruttura dei cluster spaziali evidenzia l’impegno del governo nel settore spaziale e contribuirà a raggiungere l’obiettivo stabilito nella Strategia spaziale nazionale di costruire una delle economie spaziali più innovative e attraenti del mondo, sviluppando nuove competenze e creando posti di lavoro”.

WHITEPAPER
Droni e space economy: cosa dice il mercato? E cosa dice la legge?
E-Commerce
Precision agricolture

Nuovi progetti finanziati

Il North-East Space Skills and Technology (Nesst) Centre della Northumbria University riceverà la parte più consistente del finanziamento, 10 milioni di sterline (12,5 milioni di dollari), per riqualificare un sito universitario per lavorare sulle comunicazioni ottiche via satellite, sul meteo spaziale e sull’energia spaziale. Space Forge, invece, beneficerà di 7,9 milioni di sterline (9,8 milioni di dollari) per progettare e costruire un Centro nazionale di ricerca sulla microgravità in Galles, che servirà come centro per il crescente settore spaziale gallese. Mentre Thales Alenia Space otterrà 6 milioni di sterline (7,5 milioni di dollari) per installare una camera bianca e tre laboratori di R&S per la produzione di satelliti a Harwell. 

Il potenziale del settore

Altri fondi saranno destinati a Magdrive, Smiths Interconnect, Airbus Defence and Space, iComat, Ura Thrusters, Open Cosmos, Snowdonia Aerospace, Radtest e Centre for Modelling and Simulation. 

“Questi progetti dimostrano il potenziale del nostro fiorente settore spaziale in tutto il Regno Unito per sviluppare infrastrutture spaziali innovative che ci aiutino a realizzare missioni sempre più ambiziose e a promuovere il forza dello spazio per migliorare la vita”, ha concluso Bates.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5