SCENARI

Agricoltura 4.0, i dati satellitari sempre più asset strategico

Se n’è parlato in occasione di Space Meetings Veneto. L’assessore regionale Federico Caner: “Il modello tradizionale vive già una fase di transizione che sarà ulteriormente accelerata da digitalizzazione e gestione funzionale dei big data nell’ambito dell’high tech farming”

18 Mag 2023

Nicola Desiderio

Federico Caner

I dati satellitari sono un asset strategico per la digitalizzazione dell’agricoltura e per creare un ecosistema che, grazie alle nuove tecnologie, metta insieme aziende, territorio ed istituzioni nella gestione ottimale, virtuosa e sostenibile del territorio e delle attività agricole con tutta la catena del valore ad esse collegata.

L’agricoltura digitale

Lo ha affermato l’assessore all’Agricoltura della Regione Veneto, Federico Caner (al centro della foto) nel corso del suo intervento al convegno “La tecnologia aerospaziale per l’agricoltura prossima ventura”, nell’ambito della terza e ultima giornata di Space Meetings Veneto. L’evento, promosso dalla Regione Veneto e dalla Rete Innovativa Regionale Air (Aerospace Innovation and Research), ha riunito a Venezia i principali operatori globali dell’economia dello spazio e dei settori tecnologici emergenti, mettendo al centro gli ultimi sviluppi nel campo delle applicazioni satellitari, tecnologie innovative, supply chain e investimenti.

WHITEPAPER
Agricoltura 4.0: cresce del 20% e conferma un grande potenziale di sviluppo
Precision agricolture
Traceability/Qualità alimentare

Veneto punto di riferimento

Caner ha messo l’accento su tutte le innovazioni che stanno intervenendo nella catena del valore, in particolare nel settore del vino, ma anche nelle altre attività che interessano tutti gli imprenditori agricoli veneti e possono far diventare il Veneto “un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale”. All’incontro hanno partecipato anche il direttore di Anbi Veneto, Andrea Crestani, la direttrice di Coldiretti Veneto, Marina Montedoro, il presidente di Confagricoltura Veneto, Lodovico Giustiniani e il Presidente di Cia Veneto, Gianmichele Passarini.

I dati satellitari sono strategici

Il modello tradizionale di agricoltura vive già una fase di transizione, che sarà ulteriormente accelerata da digitalizzazione e gestione funzionale dei big data nell’ambito dell’High Tech Farming – ha affermato Caner – innovazioni che possono dare un contributo determinante per una gestione economica, sostenibile e virtuosa della produzione alimentare. In particolare, i dati satellitari sono un asset strategico, per esempio in tema di monitoraggio delle attività agricole, di controllo della risorsa idrica o di stima dei danni legati ai cambiamenti climatici”.

Rispondere ai cambiamenti climatici

“Ed è in questa direzione che la Regione del Veneto sta indirizzando la ricerca di nuove soluzioni per l’agricoltura” ha continuato l’assessore parlando anche dell’approvvigionamento delle materie prime e dello sviluppo di un’agricoltura sostenibile per affrontare le sfide che vengono dai cambiamenti climatici. “L’uso e le tecnologie dello spazio possono dare contributi fondamentali. Ecco perché la ricerca e l’innovazione, nell’ambito dell’agricoltura di precisione, offrono soluzioni basate su dati, analisi, tracciabilità dei processi, indirizzati anche alla prevenzione di patologie come quella del bostrico o della flavescenza dorata che minacciano quotidianamente i nostri raccolti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4