IL PROGETTO

Banda ultralarga, il governo Uk si affida a OneWeb per colmare i gap

Condividi questo articolo

L’azienda scelta nell’ambito del programma “Very Hard to Reach Premises” per l’abbattimento del digital divide nelle aree rurali e remote attraverso l’attivazione di linee ad alta velocità per cittadini e aziende. Si parte con due test nelle isole Shetland e a Lundy Island. La rete Leo sarà attivata attraverso gli operatori BT e Clarus

Pubblicato il 13 Apr 2023

Nicola Desiderio

Shetland

OneWeb svilupperà due programmi pilota per portare Internet a banda larga in aree remote del Regno Unito secondo il programma “Very Hard to Reach Premises”, lanciato dallo stesso governo di Londra e che ha l’obiettivo di annullare il digital divide.

Nelle Shetland e a Lundy

La società britannica metterà a disposizione la propria rete satellitare in orbita bassa composta oramai da 618 satelliti e ad un passo dal compimento della prima fase della costellazione che prevede l’aggiunta di sole altre 10 unità. Il servizio sperimentale riguarderà le Isole Shetland, il cui arcipelago si trova a Nord della Scozia, e Lundy, isola che si trova ad Ovest della Cornovaglia. Per fornirlo OneWeb si servirà come partner di BT e Clarus.

Nelle aree più remote

OneWeb fornisce già servizi di connettività satellitare a banda larga ad altre remote regioni anglofone come Canada, Gronelandia e presto anche i territori britannici che si trovano nella parte meridionale dell’Oceano Atlantico come l’Isola di Sant’Elena e l’arcipelago delle isole Falkland. Come è noto, OneWeb appartiene al governo britannico per il 17,6%, quota pari a quella di SoftBank e inferiore a quella di Barthi Enterprises (30%) e Eutelsat (22,9%) con la quale è in corso un processo di fusione.

La strategia del governo

“La nostra Wireless Infrastructure Strategy fa parte dal nostro piano di assicurare che tutti, non importa dove essi vivano, possano raccogliere i benefici del miglioramento della connettività. Stiamo impegnando 8 milioni di sterline per fornire connettività satellitare alle nostre comunità più remote così che nessuno sia lasciato indietro e per assicurare nel frattempo che tutte le aree più popolate del Regno Unito siano servite da quello che io chiamo la tecnologia 5G-plus entro il 2030” ha affermato Michelle Donelan, ministro della Scienza, Innovazione e Tecnologia.

Contro il digital divide

“Siamo davvero entusiasti di dimostrare l’impatto della connettività in bassa orbita attraverso queste sperimentazioni. Sin dall’inizio, la missione di OneWeb è stata quella di colmare il digital divide per le comunità, ma ci sono ancora nazioni nel mondo dove l’accesso affidabile alla connettività è irraggiungibile. Lavorando con il governo, insieme con i nostri fidati partner e clienti, OneWeb può aiutare a portare la connettività alle comunità e alle aziende che ne hanno più bisogno, in aree sottoservite del Regno Unito e intorno al mondo” ha rimarcato il ceo di OneWeb, Neil Masterson.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5