L'EVENTO

New Space Economy, Roma diventa capitale europea

Dal 1° al 3 dicembre la quarta edizione dello European Expoforum, la manifestazione organizzata da Fiera di Roma insieme a Fondazione E. Amaldi e con il patrocinio di Asi. Riflettori sulle opportunità di business. In campo anche Regione Lazio e Camera di Commercio

14 Nov 2022

Nicola Desiderio

NSE2022

Tutto pronto per il New Space Economy European Expoforum (Nse 2022), la manifestazione giunta alla quarta edizione e che si terrà dal I al 3 dicembre prossimi presso la Fiera di Roma portando nella Capitale le istituzioni, grandi aziende, i centri di ricerca, le università e tutto il nuovo mondo imprenditoriale che, facendo leva su innovazione, incubazione e nuove forme di finanziamento, si affaccia in questo settore.

Visione ampia e multidisciplinare

Darne una visione quanto più possibile panoramica e reale è l’obiettivo dell’Nse in linea con l’approccio multidisciplinare che caratterizza sempre di più la space economy e con la visione della Fondazione E. Amaldi, ideatrice dell’evento e organizzatrice insieme alla Fiera di Roma con il patrocinio dell’Agenzia Spaziale Italiana, del Cnel, di Ice/Ita e dell’International Astronautical Federation (Iaf), Ingv e Università Tor Vergata.

WHITEPAPER
Ottieni una pianificazione veloce e affidabile nel tuo marketing: scopri come!

Mostrare il legame tra Spazio e Terra

Danno il loro supporto l’Agenzia Spaziale Europea Esa e gli enti locali come la Regione Lazio, la Camera di Commercio di Roma e la rete Enterprise Europe Network di cui Lazio Innova è partner. L’obiettivo finale è mostrare, attraverso questo ampio cono visivo, gli impatti, l’utilità e le opportunità create dallo Spazio sulla Terra e sulla vita quotidiana ispirando le nuove generazioni e fornendo risposte per la sostenibilità ambientale.

Il tema della sostenibilità

Non a caso, il forum si concentrerà sulla sostenibilità quale “game changer” della New Space Economy. Saranno circa 80 i relatori appartenenti ai settori spaziale e non spaziale protagonisti della Conferenza scientifica di NSE 2022, condividendo esperienze e conoscenze sui quattro argomenti individuati come prioritari per declinare il tema dell’evento: The Changing Earth, Human Health, Space Pollution e Space Ventures.

Il ruolo dell’Italia

“La Space Economy è uno dei settori più promettenti di sviluppo socioeconomico a livello globale nei prossimi decenni. Morgan Stanley prevede che il settore raggiungerà la dimensione di mille miliardi di dollari nei prossimi anni. In un settore globale sempre più competitivo, diviene fondamentale per l’Italia investire su innovazione, tecnologia e sostenibilità per mantenere un ruolo di primo piano nel campo della Space Economy” afferma Alberto Tuozzi, nuovo Presidente di Fondazione E. Amaldi.

La cooperazione pubblico-privato

“Consapevoli anche dell’importanza di consolidare la dimensione nazionale della Space Economy – ha aggiunto Tuozzi – Fondazione E. Amaldi e Fiera Roma hanno lanciato nel 2019 la prima edizione del New Space Economy Expoforum, divenuto oggi un immancabile appuntamento tra gli attori del New Space. In linea con la visione strategica della Fondazione E. Amaldi, NSE 2022 offre una piattaforma internazionale per favorire la cooperazione tra gli attori del settore Spazio e non Spazio, pubblico e privato; per promuovere l’utilità dei servizi spaziali per il benessere dei cittadini e la crescita economica; e per stimolare la creatività di futuri scienziati ed imprenditori”.

Le opportunità e le applicazioni

“Opportunità di cooperazione industriale nei mercati esteri, nuove partnership, promozione della competitività del comparto industriale spaziale nazionale e del made in Italy nel mercato internazionale sono alcuni degli obiettivi del New Space Economy ExpoForum” aggiunge Giorgio Saccoccia. “In linea con la tematica di questa edizione – aggiunge il presidente dell’Asi – l’evento sarà anche una preziosa opportunità per evidenziare le tante applicazioni spaziali che contribuiscono concretamente allo sviluppo sostenibile della nostra società.

Tutto quello che lo Spazio già fa

Dai dati satellitari di Osservazione della Terra per la protezione dell’ambiente e la mitigazione degli effetti climatici, alla combinazione di risorse e dati satellitari a tutela della salute dei cittadini per lo sviluppo di applicazioni sperimentate con successo durante la recente emergenza sanitaria globale”. Il programma completo dell’evento e l’elenco aggiornato dei relatori sono disponibili su https://www.nseexpoforum.com.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4