IL PROGETTO

Osservazione della Terra, la spinta degli Emirati Arabi

Bayanat, Yahsat e Iceye annunciano un ambizioso programma per ampliare le opportunità commerciali nell’ecosistema spaziale della regione attraverso lo sviluppo di una costellazione di cinque satelliti Sar Leo, il cui lancio è previsto per il primo trimestre del 2024

22 Mag 2023

Nicola Desiderio

ICEYE Bayanat Yahsat

Bayanat, Yahsat e Iceye hanno annunciato un programma per lo sviluppo e la costruzione di una costellazione di satelliti per l’Osservazione della Terra, dotati di radar ad apertura sintetica (Synthetic Aperture Radar o SAR), che opereranno in orbita bassa a partire già dal 2024.

Sinergie tra competenze

L’accordo metterà insieme le competenze di Yahsat per soluzioni satellitari, quelle di Bayanat per le soluzioni geospaziali ad intelligenza artificiale e infine quelle della finlandese Iceye per la fabbricazione di satelliti Sar con l’obiettivo di costruire una infrastruttura di Osservazione della Terra e permettere agli Emirati Arabi Uniti di potenziare la propria competitività in questo specifico settore commerciale, sia a livello locale sia sui mercati internazionale.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Almeno cinque satelliti

Il programma prevede una costellazione formata da almeno cinque satelliti che forniranno un flusso di dati in grado di alimentare lo sviluppo di applicazioni downstream. L’obiettivo è dunque quello di costruire un business in tutta la sua catena del valore facendo leva sulle sinergie tra le tre aziende. Questo dovrebbe permettere di formulare un’offerta commerciale articolata, in grado di fornire dati accurati e utili per diversi settori industriali.

Il potenziamento dell’ecosistema

La nuova costellazione di Osservazione della Terra con Sar, con tutta la catena del valore ad essa collegata, permetterà di potenziare tutto l’ecosistema spaziale degli Emirati Arabi Uniti dotandolo anche di strutture in grado di sviluppare e costruire satelliti in vista di traguardi ancora più ambiziosi tra cui il posizionamento dell’industria nazionale all’interno della space economy internazionale e l’esplorazione spaziale.

Programmi ambiziosi

“La collaborazione tra Bayanat e Iceye, in collaborazione con Yahsat, guiderà lo sviluppo di un ecosistema sovrano di Osservazione della Terra che ci permetterà di fornire soluzioni avanzate, contribuendo allo stesso tempo allo sviluppo di competenze, progressi scientifici e crescita economica sostenuta. Siamo entusiasti di essere in prima linea di questo campo dinamico e in rapida evoluzione con l’auspicio di sviluppare un programma spaziale commerciale per gli Emirati Arabi Uniti” ha dichiarato Hasan AlHosani, ceo di Bayanat.

La Space Strategy 2030

“Yahsat ha un ruolo attivo nel potenziare il settore della space economy in linea con la Space Strategy 2030 degli Emirati Arabi Uniti e siamo contenti di collaborare con Bayanat su questo ambizioso programma” ha affermato l’omologo di Yahsat, Ali Al Hashemi. “Fino al lancio del prossimo anno, forniremo accesso ai nostri satelliti già in orbita così che Bayanat possa iniziare a utilizzare la raccolta di immagini satellitari a beneficio del settore pubblico e privato degli Emirati Arabi Uniti” ha detto Rafal Modrzewski, ceo e co-fondatore di Iceye.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5