IL VADEMECUM

Sicurezza spaziale: ecco le nuove linee guida

Pubblicato lo Space Safety Compendium 2022, il report firmato dall’americana The Aerospace Corporation che mira a disciplinare il settore: dal traffico in orbita per scongiurare eventuali collissioni alla sicurezza informatica

24 Ott 2022

Paolo Marelli

space-spazio9

Dall’evitare le collisioni in orbita alla cybersecurity: un nuovo rapporto di The Aerospace Corporation, la società di El Segundo in California, richiede un approccio più olistico alla sicurezza spaziale.

Lo Space Safety Compendium 2022, pubblicato il 19 ottobre, offre un’ampia gamma di raccomandazioni (35 in totale) su argomenti che includono la consapevolezza della situazione spaziale, il lancio e il rientro, lo spettro e la sicurezza informatica e la sicurezza del volo spaziale umano. Identifica anche diverse questioni trasversali, tra cui la forza lavoro, la diversità e lo sviluppo di norme di comportamento.

La necessità di un approccio olistico

Lo Space Safety Institute dell’Aerospace, che ha sviluppato il rapporto, ha combinato diversi argomenti in un unico rapporto per avere una visione più ampia di come gli sforzi per migliorare la sicurezza in un campo potrebbero influire sulla sicurezza in altri campi.

WHITEPAPER
GUIDA PRATICA contro il Phishing: scopri come tutelare la tua azienda!
CIO
Cybersecurity

“In Aerospace, ci sentiamo come se fossero tutti collegati e abbiamo bisogno di un approccio globale alla sicurezza spaziale, motivo per cui abbiamo costituito lo Space Safety Institute”, ha detto Uma Bruegman, capo dell’istituto.

“Ci siamo sentiti come se fosse necessario un approccio più olistico”, gli ha fatto eco Josef Koller, co-fondatore dell’istituto: “La sicurezza è più simile a un cubo di Rubik: se provi a fissare i colori su un lato, diciamo per le missioni robotiche, ciò potrebbe influire anche sulla sicurezza del volo spaziale umano o sulle operazioni di lancio”.

Dalla rimozione dei detriti al traffico in orbita

Alcune delle raccomandazioni del rapporto riflettono le attività in corso. Una sostiene il finanziamento dell’Office of Space Commerce nel Dipartimento del commercio in modo che possa assumersi responsabilità di gestione del traffico spaziale civile. Raccomanda, inoltre, di aggiornare i requisiti per le indagini per eventuali incidenti minori di un volo spaziale con gli astronauti, un argomento che è stato oggetto di un accordo tra la Federal Aviation Administration e il National Transportation Safety Board firmato a settembre.

Altre raccomandazioni richiedono migliori dati e analisi sulla consapevolezza della situazione spaziale, supporto per la manutenzione in orbita e la rimozione attiva dei detriti, la progettazione di veicoli spaziali per ridurre al minimo il rischio a terra di detriti di rientro e lo sviluppo di capacità di salvataggio nello spazio per il volo spaziale umano.

Bruegman ha spiegato che l’Aerospace aveva già discusso le raccomandazioni del rapporto con diverse agenzie governative, tra cui Faa (Federal Aviation Administration), Nasa e Dipartimento del Commercio, oltre a diverse aziende. “L’obiettivo è riunire tutti, parlare con loro dei nostri consigli, ascoltarli e discutere”, ha aggiunto la numero uno Space Safety Institute.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2