CONNETTIVITÀ

Wi-fi a bordo aerei: Delta “on air” dal 1° febbraio

La compagnia aerea Usa si prepara a offrire Internet a banda larga sui propri velivoli grazie alla collaborazione con T-Mobile e Viasat. Si comincia dal mese prossimo con l’80% dei voli domestici per arrivare a 717 aeromobili entro l’anno e al 100% delle destinazioni entro il 2024

10 Gen 2023

Nicola Desiderio

Delta

Delta offrirà Internet veloce e gratuito a bordo dei suoi velivoli a partire dal I febbraio prossimo. Lo ha annunciato il ceo della seconda compagnia aerea americana e al mondo, Ed Bastian, nel corso di un evento al Ces di Las Vegas dove ha presentato anche la nuova piattaforma di intrattenimento Delta Sync Exclusives hub. Il servizio riguarderà dapprima l’80% dei voli domestici e interesserà 717 aeromobili entro il 2023 con l’obiettivo di coprire tutti le destinazioni della compagnia di Atlanta entro i 12 mesi successivi.

Un miliardo di dollari

Bastian ha affermato che nel programma è stato investito un miliardo di dollari ed è stato realizzato in collaborazione con T-Mobile e Viasat. “La nostra visione – ha affermato l’amministratore delegato – è da tempo quella di fornire un’esperienza a 30.000 piedi (10.000 metri, ndr) simile a quella che i nostri clienti hanno a disposizione a terra”. Al servizio si potrà accedere attraverso il programma di fidelizzazione Delta SkyMiles e la cui iscrizione è gratuita anche per chi non vola di frequente.

WHITEPAPER
Digitalizzazione dei processi e Cloud transformation: i trend italiani!

Una nuova esperienza di viaggio

Non volevamo semplicemente dare un servizio base di connettività (Delta già offre la messaggistica gratuita in volo, ndr), ma volevamo che fosse in grado di trasformare l’intera esperienza a bordo. È imperativo per noi che tutti i clienti a bordo possano godere dei loro contenuti preferiti come desidererebbero a casa loro, e noi abbiamo messo a punto questo sistema attraverso test meticolosi affinché tutto questo fosse possibile” ha concluso Bastian.

La tecnologia è matura

L’offerta di questo servizio è una mossa che aumenta la competitività di Delta nel momento in cui il traffico aereo sta accelerando dopo la fase acuta della pandemia. Sin da marzo, il vettore condotto da Bastian sta offrendo Internet a bordo con una tariffa fissa pari a 5 dollari e, in base a questa esperienza, si è convinta a compiere il passo successivo. Le compagnie aeree sono state infatti da sempre riluttanti ad offrire connettività in volo a causa dei costi, della velocità e della non perfetta continuità del servizio, fattori che potrebbero trasformarsi in boomerang.

La trasformazione è imminente

Con la corsa alle costellazioni satellitari a banda larga che operano in orbita bassa, il mercato sta già offrendo soluzioni molto più economiche ed efficaci che promettono di avere effettivamente in volo, dal decollo fino all’atterraggio, una velocità e una facilità di utilizzo paragonabili all’uso domestico. Sia SpaceX con Skylink sia Oneweb hanno già annunciato programmi di sperimentazione ed accordi con altre compagnie aeree ed dunque c’è da attendersi a stretto giro una risposta da parte dei concorrenti che porterà ad avere su tutte le principali compagnie aeree una connettività davvero “seamless” a livello globale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5