L'ACCORDO QUINQUENNALE

Sviluppo tecnologico: Officina Stellare si allea con Leonardo e Thales Alenia Space

Si punta a rafforzare la filiera italiana per accelerare la messa a punto di soluzioni e prodotti per le future infrastrutture di comunicazione ottica in ottica di cooperazione industriale

28 Giu 2023

Paolo Marelli

merger-digital

Accelerare sull’innovazione e la ricerca. Con questi obiettivi, la società Officina Stellare di Sarcedo (Vicenza), leader nella progettazione e produzione telescopi e strumentazione optomeccanica nei settori dell’aerospazio e della difesa, ha siglato un accordo di sviluppo tecnologico e cooperazione industriale con Leonardo, tra le prime società al mondo nell’aerospazio, difesa e sicurezza, e Thales Alenia Space Italia (joint venture 67% Thales e 33% Leonardo), colosso nella realizzazione di satelliti e infrastrutture orbitali nei settori delle telecomunicazioni, navigazione, osservazione della Terra, esplorazione e scienza. 

Partnership di 5 anni

L’accordo, con durata 5 anni, punta a mettere a frutto in ambito nazionale le capacità sistemistiche e specialistiche di player di riferimento come Leonardo e Thales Alenia Space Italia unendole alle competenze tecniche e alle capacità produttive di Officina Stellare nell’ambito dei sistemi ottici avanzati per lo Spazio. 

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Nel perimetro della collaborazione siglata, Leonardo, Thales Alenia Space Italia ed Officina Stellare condivideranno conoscenze e competenze specifiche, per sviluppare nuove soluzioni, applicazioni e prodotti nelle aree di comune interesse, nel pieno rispetto dei rispettivi domini industriali e delle operazioni commerciali proprietarie in essere. 

Attività di ricerca e sviluppo

L’accordo ha l’importante obiettivo nell’ambito di programmi nazionali di rafforzare la filiera italiana riguarderà in particolare le soluzioni e i prodotti per le future infrastrutture di comunicazione ottica “Terra-Spazio”, “Spazio-Spazio” e le attività di “Ricerca e Sviluppo” per le applicazioni spaziali delle quantum technologies, con particolare attenzione alle quantum communication e alle quantum cryptography, la progettazione e realizzazione di sensori ottici per space awareness e debris tracking, early warning e space intelligence e, più in generale, le attività riguardanti assetti spaziali basati sulle tecnologie ottiche in ambito nazionale. 

Soluzioni stategiche

“Questo accordo si inserisce perfettamente nell’ambito dello sviluppo delle soluzioni strategiche nelle quali Officina Stellare ha acquisito conoscenze e consolidato capacità industriali, che ne hanno rafforzato il posizionamento sul mercato della space economy globale”, afferma Gino Bucciol, co-fondatore di Officina Stellare e direttore dello sviluppo commerciale. Aggiunge la soddisfazione per il fatto che questa intesa “nasca con partner di assoluto rilievo nella scena nazionale ed internazionale come Leonardo e Thales Alenia Space, player che hanno ben compreso il valore aggiunto dato dalla sinergia con attori innovativi della filiera”. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5