LA MISSIONE

Branson, primo satellite da Europa in orbita tra 6 settimane

Tutto pronto per il “decollo” dallo Spaceport in Cornovaglia, nel Regno Unito. Il razzo verrà lanciato “in orizzontale” tramite un Boeing 747 modificato e porterà in orbita satelliti per uso commerciale 

18 Ott 2022
virgin orbit

Virgin è pronta a lanciare in orbita il primo satellite dall’Europa entro sei settimane. Lo ha detto il fondatore di Virgin Group, Richard Branson: “Possiamo lanciare satelliti nello spazio in qualunque orbita. Il primo lancio dal suolo europeo nello spazio è previsto nelle prossime 6 settimane dalla Cornovaglia”, ha detto in occasione della presentazione in Italia della nuova società Virgin Fibra.

Il gruppo Virgin è attivo nel settore aerospaziale tramite Virgin Orbit, società nata nel 2017 per sviluppare il razzo LauncherOne e che si propone come fornitore di servizi per il lancio in orbita di piccoli satelliti.

Il lancio avverrà dallo Spaceport Cornwall, nel sud-ovest dell’Inghilterra. Sarà quello che è noto come un “lancio orizzontale”. Un Boeing 747 appositamente modificato, chiamato Cosmic Girl, con un razzo attaccato sotto l’ala, decollerà da una pista. In volo, il razzo LauncherOne partirà dall’ala, portando in orbita più piccoli satelliti.

L’aereo tornerà quindi allo spazioporto, in grado di lanciare più satelliti in futuro.

Spaceport Cornwall si trova presso l’aeroporto di Newquay, vicino alla costa della Cornovaglia. Il 747 sorvolerà il mare e lancerà il suo razzo lontano dalle aree popolate.

Virgin Orbit: la mission dell’azienda 

Virgin Orbit gestisce un sistema di lancio spaziale, “tra più flessibili e reattivi mai costruiti”, si legge in una nota dell’azienda. Fondata da Sir Richard Branson nel 2017, la società ha iniziato il servizio commerciale nel 2021 e ha già messo in orbita satelliti commerciali, civili, di sicurezza nazionale e internazionali. I razzi LauncherOne di Virgin Orbit sono progettati e fabbricati a Long Beach, in California, e vengono lanciati in aereo da un aereo vettore 747-400 modificato che consente a Virgin Orbit di operare da località di tutto il mondo per soddisfare al meglio le esigenze di ogni cliente.

WHITEPAPER
Pharma: come gestire grandi volumi di dati eterogenei e non strutturati?

I risultati di Virgin Orbit al 30 giugno  

 Il bilancio nel secondo trimestre 2022:

  • Ricavi per 0,0 milioni di dollari, rispetto a 1,7 milioni di dollari nel secondo trimestre 2021. il 1 luglio 2022, il primo giorno del terzo trimestre, sono stati riconosciuti oltre 12 milioni di dollari di ricavi per il completamento del nostro quarto lancio consecutivo di successo .
  • Perdita netta di (33,3 milioni di dollari), rispetto a una perdita netta di (44,6 milioni di dollari) nel secondo trimestre 2021.
  • EBITDA rettificato di (34,4 milioni di dollari), rispetto a (39,7 milioni di dollari) nello stesso periodo dell’anno precedente.
  • Liquidità netta utilizzata dalle operazioni di ($ 50,7 milioni), rispetto a ($ 37,8 milioni) nello stesso periodo dell’anno precedente, poiché la Società continua a investire nell’attività.
  • Spese in conto capitale di (5,3 milioni di dollari), rispetto a (6,6 milioni di dollari) nello stesso periodo dell’anno precedente.
  • Flusso di cassa libero di (55,9 milioni di dollari), rispetto a (44,3 milioni di dollari) nello stesso periodo dell’anno precedente, e un miglioramento del 16% rispetto al primo trimestre 2022.
  • Disponibilità liquide e mezzi equivalenti di $ 122,1 milioni al 30 giugno 2022.
  • Al 30 giugno 2022, l’arretrato totale non vincolante e vincolante era di $ 581,9 milioni di cui $ 163,2 milioni vincolanti.

Chi è Richard Branson 

 Sir Richard Charles Nicholas Branson è un imprenditore britannico fondatore di Virgin Grou che comprende oltre 400 società. Secondo Forbes nel 2020 il suo patrimonio ammonta a circa 4,3 miliardi di dollari. Nel 2021 Branson ha preso parte ad un test flight della sua compagnia divenentanto così il primo turista “spaziale” a volare con una propria azienda spaziale.

Nell’ottobre 2011 ha inaugurato nel deserto del Nuovo Messico lo Spaceport America, primo aeroporto spaziale della storia, firmato dall’architetto britannico Norman Foster.

La prima navetta, la cui entrata in servizio era prevista per il 2012-2013, è chiamata SpaceShipTwo e il suo obiettivo consisteva nel portare i primi turisti nello spazio ad un prezzo medio di 200.000 dollari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

R
richard branson

Aziende

V
Virgin Orbit

Approfondimenti

S
satelliti

Articolo 1 di 3