LA FLOTTA

Logistica spaziale, D-Orbit: due Ion satellite in un solo lancio, prima missione

È la settima operazione commerciale con il veicolo di trasferimento orbitale dell’azienda di Como. I 13 payload (satelliti, cubesat e fotocamera per l’osservazione della Terra) a bordo di un razzo Falcon 9 di SpaceX decollato da Cape Canaveral

04 Gen 2023

Paolo Marelli

lift off - Transporter-6

D-Orbit ha lanciato Second Star to the Right. È la settima missione commerciale di Ion satellite carrier (Ion), il veicolo di trasferimento orbitale (Otv) di proprietà dell’azienda stessa. 

Per la società di logistica spaziale e trasporto orbitale di Fino Mornasco (Como), questa è la prima missione a trasportare nello Spazio due Ion con un unico lancio. 

Il razzo Falcon 9 è decollato il 3 gennaio dallo Space Launch Complex 40 da Cape Canaveral Space Force Station, in Florida. I due veicoli sono stati rilasciati con successo in un’orbita eliosincrona di 525 chilometri, rispettivamente 1 ora e 24 minuti e 1 ora e 26 minuti dopo il decollo.

Una flotta in costante crescita

“Siamo orgogliosi di questo nuovo traguardo – ha detto Renato Panesi, chief commercial officer di D-Orbit -. In soli due anni abbiamo creato un servizio di trasporto orbitale affidabile e nel 2023, con la nostra flotta in costante crescita, saremo in grado di offrire nuovi servizi avanzati, tra cui l’archiviazione e l’elaborazione di dati in orbita, servizi avanzati per i payload ospitati a bordo e disponibilità di manovre orbitali più complesse”.

WHITEPAPER
Largo consumo confezionato: ecco le nuove tecnologie al servizio di qualità, trasporti e vendita
Logistica/Trasporti
Retail

In orbita una serie di nuovi satelliti

Durante la missione, Ion Scv007 e Scv008 eseguiranno il rilascio di precisione in orbita di Futura-1 e Futura-3, rispettivamente un satellite da 3U e uno da 6U, progettati da Npc Spacemind, quattro CubeSat di Astrocast e Sharja-Sat-1 e Tausat2, rispettivamente sviluppati da Sharjah Academy for Astronomy, Space Sciences (Saasst) e Tel Aviv University (Tau), a bordo attraverso a un contratto con Isis Space. E ancora: Kelpie 1, un CubeSat Epic 3U, progettato e costruito da Aac Clyde Space. Il satellite fornirà dati del Sistema di identificazione automatica (Ais) esclusivamente a Orbcomm e ai suoi clienti governativi e commerciali, nell’ambito di un accordo esclusivo di Space Data as a Service.

Un carico di nuova tecnologia

Questa missione includerà anche la dimostrazione in orbita di diversi payload: da Drago-2, una fotocamera Swir compatta sviluppata dall’Instituto de Astrofísica de Canarias (Iac) per l’osservazione della Terra dallo Spazio, a Genergo-2, un nuovo tipo di sistema di propulsione spaziale sviluppato dall’azienda Genergo, fino a Cryptosat-2, la versione potenziata di un prototipo di nanosatellite sviluppato da Cryptosat per applicazioni crittografiche sicure.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5