IL SATELLITE

Ses-26, Thales Alenia Space “firma” il nuovo satellite che sostituirà l’Nss-12

La nuova unità geostazionaria fa parte della linea di prodotti Inspire che trova la sua prima applicazione commerciale ed è il primo di tre satelliti che l’azienda franco-italiana fornirà alla società lussemburghese di telecomunicazioni  

29 Mar 2022

Nicola Desiderio

Thales Alenia Space costruirà per Ses un nuovo satellite geostazionario destinato a sostituire l’Nss-12 a 57 gradi Est, una delle posizioni orbitali più preziose per irradiare Europa, Medio Oriente, Africa e Asia. Denominato Ses-26, sarà un satellite digitale interamente definito da software che opererà nella bande Ku e C e permetterà all’azienda lussemburghese di telecomunicazioni satellitari di mantenere ed espandere la fornitura di contenuti e servizi di connettività a emittenti, società di media, operatori di telecomunicazioni, fornitori di servizi Internet e organizzazioni governative. Grazie al nuovo satellite e alla recente acquisizione di Drs Ges, Ses potrà offrire una piattaforma ricca di soluzioni. Ses-26 provvederà anche a diffondere i canali tv per Ethiosat, servendo 10 milioni di utenze domestiche in Etiopia.

La nuova unità geostazionaria fa parte di una fornitura per 3 satelliti di Thales Alenia Space per Ses. Gli altri due saranno dispiegati a 19,2 gradi Est, la pozione orbitale più importante per Ses poiché le consente di servire ben 118 milioni di utenze in Europa. Il Ses-26 è inoltre il primo satellite commerciale della linea di prodotti Space Inspire (INstant SPace In-orbit REconfiguration) di Thales Alenia Space, caratterizzati dalla possibilità sia di riconfigurare continuamente tipologia di missione e dei servizi di telecomunicazione sia di adattare istantaneamente l’orbita rispetto con una elevata flessibilità per i servizi di trasmissione video e di connettività a banda larga. L’ordine di Ses-26 rientra nel piano di investimenti previsti dal piano industriale di Ses per il quinquennio 2022-2026.

“Per oltre 20 anni, i satelliti a 57 gradi Est sono stati al centro della nostra rete di connettività – ha dichiarato il ceo di Ses, Steve Collar – che collega l’Europa all’Africa, al Medio Oriente e all’Asia. Dalla trasmissione di contenuti video in Europa e in Africa, alla fornitura di servizi di connettività per l’aviazione, il settore marittimo e governativo. Siamo lieti di lavorare con Thales Alenia Space, nostro partner di lunga data, per spingere sempre oltre le capacità satellitari di prossima generazione e fornire l’innovazione flessibile che ci consente di anticipare la risposta alle esigenze in continua evoluzione dei nostri clienti”.

“Siamo onorati che SES abbia rinnovato la sua fiducia in Thales Alenia Space e nella nostra soluzione Space Inspire. Questo nuovo contratto segue il recente ordine per la realizzazione di Astra 1P e Astra 1Q e rafforza la forte partnership tra Ses e Thales Alenia Space – ha dichiarato Hervé Derrey, ceo di Thales Alenia Space – Ancora una volta, sono felice di condividere questo nuovo successo con l’agenzia spaziale francese Cnes ed europea Esa, che grazie al loro supporto hanno contribuito a rendere ciò possibile”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA