INVESTIMENTI

Satelliti iperspettrali, Google guida il round da 36 milioni per Pixxel

Condividi questo articolo

I nuovi fondi serviranno a portare avanti la missione di costruire la costellazione a più alta risoluzione al mondo, in grado di fornire informazioni sul clima su scala planetaria, e a mandare avanti lo sviluppo della piattaforma Aurora per rendere le analisi accessibili a tutti

Pubblicato il 05 Giu 2023

pixxel.jpg

La startup indiana di imaging iperspettrale Pixxel, fondata nel 2019 e con quartierg generale nella città di Bangalore nel sud del Paese, ha raccolto 36 milioni di dollari in un round di finanziamento di serie B guidato da Google.

Pixxel ha annunciato all’inizio di giugno il round di serie B, che includeva Google e gli investitori Radical Ventures, Lightspeed, Blume Ventures, growx, Sparta e Athera. La società, che non ha rivelato la valutazione del round, ha ora raccolto 71 milioni di dollari.

I satelliti Pathfinder

L’azienda, con uffici anche negli Stati Uniti, sta lavorando a una costellazione di satelliti per immagini iperspettrali. Ha lanciato i suoi primi satelliti Pathfinder nel 2022, un anno di grande crescita, avendo lanciando in orbita tre missioni di esplorazione spaziale e avendo aumentando di 5 volte la sua clientela. Inoltre Pixxel sta pianificando una costellazione di 24 satelliti che prevede di schierare entro il 2025.

“Con questo round di finanziamento, siamo ancora più vicini alla realizzazione della nostra missione di costruire un monitoraggio dello stato di salute del pianeta e consentire alle persone di tutto il mondo di prendere decisioni documentate sul nostro benessere collettivo”, Awais Ahmed, amministratore delegato e co- fondatore di Pixxel, ha dichiarato in una nota.

Piattaforma Aurora

Il finanziamento è destinato allo sviluppo di una costellazione e di una piattaforma di analisi chiamata Aurora che, secondo la società, utilizzerà tecnologie di intelligenza artificiale per produrre prodotti informativi utili per i clienti.

Crescita di Pixxel 

Pixxel cerca di attingere al crescente interesse dei dati iperspettrali, che forniscono informazioni spettrali molto maggiori, anche se sono difficili da elaborare. Pixxel è una delle sei società che a marzo hanno firmato accordi della durata di 5 anni con il National reconnaissance office (Nro) per il programma Strategic commercial enhancements per le immagini iperspettrali. In base agli accordi, Nro valuterà i piani tecnici e aziendali dell’azienda e successivamente acquisterà dati iperspettrali per le dimostrazioni.

Google investe in India

Google non ha commentato il suo investimento in Pixxel, ma una fonte del settore ha affermato che il finanziamento è arrivato attraverso il Google for India Digitisation Fund. Tale fondo, istituito nel 2020, ha stanziato circa 10 miliardi di dollari da investire in società indiane, comprese quelle che costruiscono nuovi prodotti e servizi rilevanti per le esigenze indiane, sostengono gli sforzi di trasformazione digitale e sfruttano la tecnologia e l’intelligenza artificiale per la salute, l’istruzione e l’agricoltura.

Top secret la cifra

La grandezza dell’investimento di Google in Pixxel non è stata divulgata, ma sarebbe una piccola parte di un precedente investimento effettuato nel settore dell’imaging terrestre. Nel 2014, Google ha pagato circa 500 milioni di dollari per acquisire Skybox Imaging, che stava sviluppando una costellazione di smallsat di imaging ad alta risoluzione. Google ha rinominato Skybox come Terra Bella, ma in seguito lo ha ceduto, trasferendolo a Planet.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3