IL VIA LIBERA

Telefonia mobile satellitare, ok della Fcc a Lynk Global

Per la prima volta l’Authority Usa autorizza la startup statunitense a commercializzare i servizi di connessione a banda ultralarga già entro fine 2022

21 Set 2022

Paolo Marelli

satelliti- osservazione terra - tlc spazio

Lynk Global si è assicurata la licenza per fornire servizi commerciali di connessione via satellite sui telefoni cellulari tradizionali (non dotati dell’hardware necessario ad “agganciare” il segnale dei satelliti). La Federal communications commission (Fcc), l’Authority americana per le telecomunicazioni, ha dato il via libera alla richiesta della startup, nata nel 2017 e con base in Virginia, di lanciare servizi base di connettività satellitare sfruttando l’operatività di un primo gruppo di 10 satelliti Lynk Tower. Tali servizi includerebbero anche avvisi di emergenza e connettività per dispositivi Internet of Things.

La licenza, che per l’azienda rappresenta la prima nel suo genere in tutto il mondo, consentirà a Lynk Global (tra i diretti rivali T-Mobile-Starlink e Globalstar-Apple) di rendere operativi alcuni servizi via satellite di base già entro la fine di quest’anno, “aprendo la strada all’Internet globale”, come si legge nella nota ufficiale della società diramata dopo aver ricevuto il “sì” dalla Fcc.

Per tutelare la concorrenza, Lynk non avrà il diritto esclusivo

Secondo quanto riportato dal sito SpaceNews, l’approvazione per i satelliti Lynk Tower da 1 a 10 è arrivata con condizioni che limitano l’uso delle radiofrequenze da parte della startup per evitare interferenze con altri operatori.

17 novembre, milano
Spalanca le porte all’innovazione digitale! Partecipa a MADE IN DIGItaly

Lynk, inoltre, non può ottenere “il diritto esclusivo” di gestire le telecomunicazioni utilizzando la connettività satellitare nelle bande assegnate ai servizi mobili terrestri, è la decisione della Fcc, per impedire la creazione di un monopolio o duopolio in questo mercato emergente.

Ora è caccia a un partner commerciale

Il via libera dell’Authority Usa per le telecomunicazioni consente a Lynk Global di operare servizi satellitari in generale, dal momento che essi hanno dimostrato di non interferire con altri servizi o radiofrequenze. Ma una nuova approvazione della Fcc sarà indispensabile nel momento in cui la startup con base in Virginia avrà individuato il partner commerciale con cui lanciare i servizi stessi.

Ecco perché il passo che ora deve compiere Lynk Global è quello di firmare un contratto commerciale con un operatore di telefonia mobile statunitense (Mno), che quindi chiederà congiuntamente il permesso alla Fcc per operare nel Paese.

“Abbiamo firmato un memorandum d’intesa con uno dei principali operatori di telefonia mobile statunitensi, abbiamo sviluppato dei test con due importanti operatori negli Stati Uniti e stiamo discutendo con tre importanti operatori statunitensi”, ha anticipato Charles Miller, amministratore delegato di Lynk Global, in un’intervista al sito SpaceNews.

“Siamo pronti a distribuire il servizio a livello globale”

“Siamo onorati di ricevere la prima licenza commerciale per il primo vero servizio di connessione satellitare su cellulari standard al mondo da un regolatore così credibile e rispettato”, ha commentato Margo Deckard, co-fondatore di Lynk Global, oltre che chief operating officer. “La Fcc – ha aggiunto – è il gold standard delle autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni. Hanno una profonda conoscenza tecnica e hanno condotto un rigoroso processo di revisione, che conferma che il primo servizio di telefonia mobile satellitare di Lynk nel suo genere è pronto per essere distribuito a livello globale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5