LE NUOVE RISORSE 2024-2027

Aerospazio e Difesa, 175 milioni per spingere l’ecosistema privato

Il progetto Defence Equity Facility di Commissione Ue e Fondo europeo per gli investimenti punta a sostenere fondi di private equity e di capitale di rischio. Si rafforza la cooperazione avviata con il lancio del Cassini Fund

15 Gen 2024

Paolo Marelli

UE Space

Con 175 milioni di euro investiti per il periodo 2024-2027, il “Defence Equity Facility” alimenterà lo sviluppo di un ecosistema di fondi privati che, a loro volta, investiranno nell’innovazione tecnologica nei settori dell’aerospazio e della Difesa per garantire una maggiore sicurezza all’Ue. È questo l’obiettivo dell’alleanza tra la Commissione europea e il Fondo europeo per gli investimenti (Fei) che lanciano un nuovo progetto finanziario.

Nuove tecnologie per la Difesa

L’iniziativa, che comprende 100 milioni di euro dal Fondo europeo per la difesa e altri 75 milioni di euro dal Fondo europeo per gli investimenti, amplierà notevolmente la capacità di investimento del Fei per sostenere, nei prossimi quattro anni, fondi di private equity e fondi di capitale di rischio con strategie riguardanti le tecnologie pertinenti per la Difesa. “Questa iniziativa da 175 milioni di euro – si legge in una nota – dovrebbe attrarre ulteriori investimenti privati nei fondi che sostiene, mobilitando in totale circa 500 milioni di euro a sostegno delle imprese europee”.

WHITEPAPER
Le strategie che fanno bene al business e alla cyber security
Cybersecurity
Disaster recovery

Ecosistema di fondi privati

Questo strumento di capitale mira a stimolare lo sviluppo di un ecosistema di fondi privati che investono nell’innovazione nel settore della Difesa. L’iniziativa si concentrerà sulle tecnologie con potenziale a duplice uso che comprendono applicazioni sia civili che di Difesa, per sostenere ulteriormente la sicurezza dell’Ue, in linea con gli obiettivi di InvestEu.

“L’iniziativa contribuirà a inviare un segnale positivo al mercato e a stimolare gli investimenti privati a sostegno dell’innovazione nel settore della Difesa – dice Thierry Breton, commissario per il Mercato interno -. Si tratta di un pilastro fondamentale che mira a rafforzare la competitività tecnologica e la sicurezza dell’Europa, sostenendo un ecosistema fiorente di start-up e pmi nel settore della Difesa. Si tratta di un primo passo e continueremo a collaborare con la Bei e il Fei per sostenere l’accesso ai finanziamenti” per la sicurezza.

Sulla scia del Cassini Fund

Questa iniziativa rafforza la cooperazione tra la Commissione e il Fei a sostegno dell’ecosistema aerospaziale e della difesa, avviata con il lancio del Cassini Fund nel gennaio 2022 per rafforzare gli investimenti nelle imprese spaziali.

“Il nostro partenariato con la Commissione europea, nell’ambito del Fondo europeo per la difesa, rappresenta una pietra miliare nei nostri sforzi per stimolare gli investimenti e l’innovazione in un settore di importanza strategica per l’Europa – afferma Roger Havenith, deputy chief executive  del Fei -. Sostenendo i fondi di private equity e di capitale di rischio destinati a investimenti in tecnologie con un potenziale a duplice uso, intendiamo catalizzare la crescita economica e promuovere un prospero ecosistema imprenditoriale nel settore della sicurezza e della Difesa”.

Innovazione e sicurezza

Il nuovo strumento di capitale proprio nel settore della Difesa è pienamente in linea con l’invito del Consiglio europeo del dicembre 2023 a rafforzare il sostegno del gruppo Bei (Banca europea per gli investimenti) alla sicurezza e alla Difesa europee.

“Si tratta di un passo significativo verso la promozione dell’innovazione e della sicurezza nell’Ue – spiega Kris Peeters, vice presidente della Bei -. Questo partenariato rafforzerà ulteriormente le capacità di difesa europee in un mondo sempre più interconnesso che si trova ad affrontare nuove sfide geopolitiche”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5