L'INIZIATIVA

Spazio e sicurezza, lanciato il bando sul centro Europeo per l’analisi dei dati

Condividi questo articolo

Primo passo per il progetto Isac della Commissione Ue ed Euspa. La call si rivolge a grandi gruppi, Pmi e startup innovative. Rimarrà aperta, con una serie di step intermedi, fino al 31 ottobre 2025. Ecco come partecipare

Pubblicato il 09 Ott 2023

EU SSSD web banner v2

Via libera al bando per il progetto europeo Isac, il centro per la sicurezza spaziale dell’Unione europea allo scopo di sensibilizzare e facilitare lo scambio di informazioni e buone pratiche tra gli enti commerciali e pubblici. Il centro sarà composto da piccole e medie imprese, startup e università. La call, che prevede una serie di step intermedi, rimarrà aperta fino al 31 ottobre 2025.

È questa l’iniziativa a cui lavorano Commissione Ue e Euspa e che già lo scorso marzo, il Commissario europeo per il Mercato interno, Thierry Breton, e l’Alto rappresentante, Josep Borrel, avevano presentato come la prima strategia spaziale dell’Ue per la sicurezza e la difesa. La strategia è un’attuazione diretta della Bussola strategica dell’Unione adottata meno di un anno fa, che ha definito lo Spazio, insieme al cyber e al marittimo, come domini strategici, la cui sicurezza deve essere garantita.

Parola d’ordine: sicurezza

L’Euspa (l’Agenzia dell’Ue per il programma spaziale) ha un ampio portafoglio da gestire, che comprende la sicurezza del programma spaziale dell’Ue e dei suoi componenti nello Spazio e a terra. L’agenzia garantisce che i sistemi di posizionamento europei, Galileo ed Egnos, forniscano segnali sicuri e che le rispettive infrastrutture a terra (sensori, antenne, stazioni) rimangano intatte. Lo fa eseguendo analisi dei rischi e delle minacce e monitorando la conformità ai requisiti generali di sicurezza dei componenti spaziali.

Inoltre, l’Euspa fornisce competenze in materia di sicurezza ad altre componenti del programma spaziale, come Govsatcom e la Space Situational Awareness.

Gestione del Sst

A partire da giugno 2023, l’agenzia gestisce anche il Front Desk dell’Ue per la sorveglianza e il tracciamento dello Spazio (Sst). Il personale altamente qualificato dell’Euspa si interfaccia con i proprietari e gli operatori di veicoli spaziali, le istituzioni dell’Ue e gli Stati membri dell’Ue e li supporta nell’utilizzo del portale web e dei servizi offerti dall’Sst.

Il ruolo dell’Euspa

“Lavorare per la creazione dell’Isac spaziale dell’Ue è un compito importante per la nostra agenzia e siamo orgogliosi di collaborare con la Commissione europea”, afferma il direttore esecutivo dell’Euspa, Rodrigo da Costa: “Data la nostra eccellenza nella gestione della sicurezza operativa di Galileo e il nostro nuovo ruolo nell’Sst dell’Ue, siamo entusiasti di poter condividere le nostre conoscenze con le parti interessate e contribuire a uno Spazio dell’Ue più sicuro e protetto”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3