TECH FASHION

La Luna “veste” Prada: tute spaziali luxury per gli astronauti

Condividi questo articolo

La casa di moda scelta da Axiom Space per le missioni Artemis nell’ambito del contratto da 228,5 milioni di dollari siglato a settembre dello scorso anno. L’azienda a lavoro per sviluppare tessuti tecnologicamente avanzati grazie all’esperienza nell’uso dei materiali compositi

Pubblicato il 04 Ott 2023

astronaut-14942357297cS

Sarà la griffe di Prada a firmare le tute spaziali degli astronauti che sbarcheranno di nuovo sulla Luna. La casa di moda italiana è stata scelta dall’azienda texana Axiom Space per una collaborazione nell’ambito delle missioni Artemis della Nasa. L’agenzia spaziale americana ha affidato la realizzazione delle tute all’azienda privata di Houston come parte di un contratto da 228,5 milioni di dollari assegnato nel settembre 2022.

Tute spaziali fashion

Prada assisterà la Axiom soprattutto per lo strato esterno della tuta spaziale, che dovrà proteggere le parti interne senza ostacolare la mobilità. “Le ragioni tecnologiche che spingono a collaborare con un’azienda come Prada non sono ovvie – dice Michael Suffredini, amministratore delegato di Axiom Space -, ma è più di una semplice azienda di moda: in realtà fanno un bel po’ di cose tecnologicamente avanzate”.

Suffredini ha affermato di essere interessato a sfruttare l’esperienza di Prada nei materiali compositi: utilizzando questi materiali per le parti del busto e dei pantaloni della tuta, infatti, la si potrebbe rendere molto più leggera, un miglioramento che sarebbe molto vantaggioso.

Altre collaborazioni in vista

La collaborazione di Axiom con Prada potrebbe espandersi anche ad altri progetti, come quelli che riguardano la stazione spaziale commerciale, ma al momento tutta l’attenzione è focalizzata sulle tute. Il loro aspetto finale è ancora un mistero, dal momento che le aziende hanno rilasciato finora solo pochi dettagli.

“Per il design dello strato esterno ci concentreremo sulla funzionalità – spiega Lorenzo Bertelli, direttore marketing del gruppo Prada -, ma penso che ci sarà un po’ di spazio anche per la creatività”.

Bertelli aggiunge che l’esperienza dell’azienda nei materiali compositi risale agli anni Novanta, quando fondò il team di yachting Luna Rossa per competere per l’America’s Cup.

L’ok della Nasa

Questa tuta viene sviluppata per la Nasa nell’ambito di una commessa da 228,5 milioni di dollari come parte del programma Exploration Extravehicular Activity Services, in cui l’Agenzia americana acquisterà tute spaziali per le missioni Artemis e per la Stazione Spaziale Internazionale.

Suffredini sottolinea che Axiom Space ha informato la Nasa della sua collaborazione con Prada e che l’Agenzia si è detta favorevole: “Sono stati molto ricettivi nei confronti di tutto ciò che abbiamo fatto finora nel mondo delle tute e sono aperti anche a questo”, conclude l’Ad della società texana.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4