IL PROGETTO LUNA-10

Lunar economy, gli Usa scelgono Nokia per l’architettura di rete

I Bell Labs della network company finlandese selezionati dalla Darpa, la Defense Advanced Research Projects Agency statunitense, per partecipare al programma 10-Year Lunar Architecture. Le comunicazioni saranno fondamentali: tutti i casi d’uso e le applicazioni richiederanno alta velocità, bassa latenza, ultra-affidabilità e scalabilità per la trasmissione di dati e video da telecamere e sensori sparsi sulla Luna e integrati in tute e veicoli, e per controllare i robot sulla superficie lunare

25 Gen 2024

Paolo Marelli

Nokia LabBell

Nokia Bell Labs è stata selezionata per partecipare al programma 10-Year Lunar Architecture (LunA-10), un’iniziativa della statunitense Defense Advanced Research Projects Agency (Darpa) che progetterà un’architettura integrata multi-servizio per sostenere un’economia fiorente sulla Luna nel prossimo decennio e oltre. LunA-10 progetterà un’infrastruttura essenziale in grado di supportare le attività industriali e le scoperte scientifiche. 

Architetture di rete

Per il lancio di LunA-10, la Darpa ha scelto 14 aziende di diversi settori industriali. Nokia è stata selezionata per la sua esperienza nella progettazione di future architetture di rete e per la sua leadership nelle tecnologie di comunicazione sulla superficie lunare, derivante non solo dalla sua attuale missione di costruzione della prima rete cellulare sulla Luna, ma anche dalla lunga storia dei Nokia Bell Labs nell’innovazione spaziale che risale al Programma Mercury.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Economia lunare 

Nokia collaborerà con altre 13 aziende specializzate in settori critici per la creazione di un’economia commerciale integrata sulla Luna, come l’energia, i trasporti e le costruzioni. Per esempio, Nokia Bell Labs sarà responsabile della raccomandazione di un’infrastruttura di comunicazione affidabile e ad alte prestazioni e lavorerà a stretto contatto con le altre aziende di LunA-10 per garantire che l’infrastruttura possa essere trasportata e costruita in modo efficiente sulla superficie lunare.

Ruolo chiave delle comunicazioni

Alla conclusione del programma, a metà del 2024, LunA-10 fornirà un progetto completo per la creazione dell’infrastruttura necessaria a supportare le operazioni commerciali sulla superficie lunare e intorno ad essa entro il 2035. Le comunicazioni saranno fondamentali, poiché praticamente tutti i casi d’uso e le applicazioni richiedono o beneficiano di capacità di comunicazione ad alta velocità, bassa latenza, ultra-affidabile e scalabile. 

Le reti consentiranno agli astronauti di comunicare liberamente direttamente e con il controllo della missione sulla Terra. Le reti trasmetteranno dati video e telemetrici da telecamere e sensori sparsi sulla Luna e integrati in tute spaziali, veicoli, strutture ed esperimenti scientifici. Le reti fornirebbero la connettività necessaria per controllare i robot e automatizzare i compiti pericolosi sulla superficie lunare.

Una sfida rivoluzionaria        

“La Darpa – afferma Thierry E. Klein, presidente di Nokia Bell Labs Solutions Research – ha contribuito direttamente ad alcuni dei progressi tecnologici più significativi degli ultimi cinquant’anni: la fondazione di Internet, la creazione del Gps e il rapido sviluppo del vaccino Covid-19. Nokia Bell Labs è entusiasta di svolgere un ruolo chiave nella prossima impresa rivoluzionaria della Darpa e di contribuire a creare l’architettura dell’infrastruttura per l’economia lunare. Spingersi oltre le frontiere della tecnologia è nel Dna di Bell Labs e, creando il progetto delle soluzioni di comunicazione per la Luna, contribuiremo a stabilire le basi di una presenza umana permanente sulla superficie lunare”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5