IL LANCIO

Space X manda in orbita l’ultimo satellite in banda C di Intelsat

Condividi questo articolo

Galaxy-37/Horizons-4 ha iniziato a comunicare con gli equipaggi a terra e ha dispiegato con successo le antenne solari poco dopo essersi separato dal razzo, lanciato dalla stazione spaziale di Cape Canaveral, in Florida

Pubblicato il 04 Ago 2023

space x

La missione sta procedendo come da copione: l’ultimo satellite Intelsat, il Galaxy-37/Horizons-4 per la compensazione dello spettro in banda C, è stato portato in orbita il 3 agosto da un razzo Falcon 9 di SpaceX decollato da Cape Canaveral (Florida). E come ha fatto sapere l’azienda americana Maxar Technologies, che ha prodotto il satellite, il Galaxy-37/Horizons-4 ha iniziato a comunicare con il personale di terra e ha dispiegato con successo i pannelli solari poco dopo essersi separato dal razzo. 

Dal canto suo, Jean-Luc Froeliger, vicepresidente senior dei sistemi spaziali di Intelsat, ha detto ci vorranno circa tre settimane perché il veicolo spaziale a propulsione chimica raggiunga la sua posizione orbitale di 127 gradi ovest.

Satellite da 5 tonnellate

Il satellite da cinque tonnellate dovrebbe entrare in servizio verso la fine di settembre una volta raggiunto il suo “parking slot” geostazionario.

Il veicolo spaziale comprende due playload: Galaxy-37 in banda C per i clienti broadcast di Intelsat negli Stati Uniti e Horizons-4 che l’operatore possiede in parte con la giapponese Jsat International per i servizi di connettività in banda Ku sull’Oceano Pacifico e sempre negli Stati Uniti.

Più frequenze per il 5G

Froeliger ha affermato che gli altri sei satelliti che Intelsat ha lanciato negli ultimi 10 mesi per la migrazione dei clienti broadcast in una fascia più ristretta di banda C, consentendo l’utilizzo di più frequenze per i servizi 5G terrestri negli Stati Uniti, sono tutti in posizione e funzionano regolarmente.

Mentre c’è ancora del lavoro da fare per spostare i clienti e filtrare le antenne, l’implementazione di Galaxy 37 mette Intelsat sulla buona strada per ottenere un totale di 4,9 miliardi di dollari dalla Federal Communications Commission  liberando le frequenze entro il 5 dicembre.

Prospettiva di vita più lunga

Froeliger ha affermato inoltre il Galaxy-37 dovrebbe avere una prospettiva di vita di tre anni più lunga rispetto ai 15 anni degli altri satelliti della banda C.

Detto questo, è risaputo che i satelliti funzionano regolarmente oltre la loro vita programmata. Anche il Galaxy-13, che il Galaxy-37 dovrebbe sostituire, aveva una durata di progettazione di 15 anni, ma è operativo da 20 anni.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2